Pelican – Recensione: Forever Becoming

Inizialmente formati come mero progetto parallelo ai grindcorers Tusk, i Pelican hanno saputo crearsi rapidamente un prestigioso status di cult band a tutti gli effetti, puntando su un sound post-rock interamente strumentale dal grande impatto cinematico, che è andato negli anni raffinandosi e ampliandosi sempre più, anche grazie alle numerose collaborazioni di spessore, fra le quali ricordiamo Mono e These Arms Are Snakes (2005 e 2008).

Il nuovo “Forever Becoming”, quinto album sulla lunga distanza, si riallaccia al collaudato e ormai consueto percorso stilistico della band di Evanston, Illinois, abile ed esperta nel combinare melodie e aperture atmosferiche di stampo shoegaze-rock (tramite le chitarre di Trevor de Brauw), con le meccaniche derive drone della sezione ritmica dei fratelli Herweg.

Rispetto al debutto “Australasia” (2003), ancor oggi spesso indicato come capolavoro del gruppo, i suoni e le atmosfere si sono fatte decisamente meno opprimenti e metallici, perdendo gran parte della loro originaria patina sludge-doom. Il risultato è un sound sicuramente più immediato e godibile, dinamico e sintetico (“Terminal”), sebbene non manchino episodi dall’ancor considerevole minutaggio (“Perpetual Dawn”).

Trattandosi di un act squisitamente strumentale i Pelican hanno dalla loro l’impegnativo compito di non far avvertire alcun momento di vuoto e/o mancanza lirico-vocale, attraverso l’incessante caleidoscopio ritmico-melodico di cui sono composti i loro brani, che, soprattutto a partire dal “City Of Echoes” (2007), hanno segnato un progresso stilistico per certi versi vicino all’estetica kraut tipicamente europea.

Questa è la nuova rotta del Pellicano, che ormai ha fatto scuola (cfr. Red Sparowes), costantemente in volo su oceani infiniti, tundre ghiacciate e crepuscoli immutabili, tanto per parafrasare qualche nuovo titolo, esemplificativo della loro poesia senza parole.

Voto recensore
7
Etichetta: Southern Lord Records

Anno: 2013

Tracklist:
01. Terminal 03:27
02. Deny The Absolute 05:35
03. The Tundra 05:13
04. Immutable Dusk 07:01
05. Threnody 08:07
06. The Cliff 04:06
07. Vestiges 07:15
08. Perpetual Dawn 09:28

Sito Web: http://www.facebook.com/pelicansong

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login