Midnight Odyssey – Recensione: Firmament

I Midnight Odyssey sono una one-man band australiana personificata da Dis Pater, un musicista che si esprime attraverso un ambient/black metal che esplora la bellezza della natura e lo spazio tramite una ricerca melodica minimale a suo modo affascinante.

“Firmament” è in realtà una demo uscita lo scorso anno che oggi vede la luce su Cd grazie all’interesse della label I-Voidhanger, impegnata a dare voce ad artisti piuttosto interessanti e fuori da ogni logica commerciale. “Firmament” è in effetti un disco scorrevole dove non mancano buone idee. La commistione tra la matrice estrema (vicina a un black tradizionale ma imposto spesso al mid-tempo e all’atmosfera) e lunghe note di tastiera, sfumate e siderali, avviene con naturalezza, le composizioni sono cariche di garbo ed emozionalità. Dis Pater non inventa nulla, ma brani come la romantica, disperata “Nocturnal Prey” o ancora l’epica decadenza di “Storms Of Fire And Ice”, vi sapranno catturare, trasportandovi lunghi i lidi eterei creati dai Midnight Odyssey.

L’unico, grosso neo del lavoro che va in buona parte a ridimensionarne il giudizio è la registrazione amatoriale e approssimativa, inadatta perché possano essere percepite appieno tutte le sfaccettature dell’album.

Voto recensore
6
Etichetta: I-Voidhanger / ATMF

Anno: 2010

Tracklist: 01.From Forest To Firmament
02.Nocturnal Prey
03.Departing Flesh And Bone
04.A Host For Ghosts
05.As Dark And Ominous As Stormclouds
06.Slvation Denied
07.Storms Of Fire And Ice
08.From Firmament To Forest
09.Beyond The Eight Sphere
Sito Web: http://www.myspace.com/midnightodysseyband

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login