Vendetta – Recensione: Feed The Extermination

Che fiacchezza. “Feed The Extermination” è il primo vero e proprio full length dopo la reunion dei thrashers tedeschi Vendetta, dopo i 25 minuti abbondanti di “Hate” del 2009. Al pari di tante band di culto degli anni ’80, anche i Vendetta come altri nomi noti come Whiplash e Defiance (tanto per citarne un paio), riescono a demolire quanto di buono fatto nel passato con una nuova uscita di scarso valore.

Sopravvissuto dalla prima line up storica il solo Heiner (basso), i Vendetta del 2011 sono solo una sbiadita copia della band aggressiva e tagliente che sfornò “Go and Live…Stay and Die” e “Brain Damage”. Del thrash teutonico cattivo, violento e rozzo non è rimasto nulla, infatti “Feed the Extermination” si compone di dieci tracce sempre in bilinco tra mid tempo thrash ed heavy classico. In apertura la titletrack fa anche battere il piedino, ma da “Tremendous Brutality” il disco diventa piatto e monocorde. Il riffing spinge sul frangente thrash ma senza la ferocia e l’efficacia che servirebbero per sferrare un bel pugno nello stomaco all’ascoltatore. Non si spinge quasi mai sull’accelleratore e alla lunga questo risulta molto stancante; non aiuta la voce di Mario Vogel.

C’è veramente poco di valido nell’album, passi per la mancanza di originalità, ma qui siamo veramente ai minimi storici anche in quanto a songwriting: thrash veramente scarico, poco ispirato ed in parte semi-plagiato agli ultimi Kreator. Un peccato, sarebbe stato meglio ricordarli per i dischi storici e magari goderceli solo live per sentire qualche bel pezzo di thrash metal tedesco.

Voto recensore
5
Etichetta: Massacre / Audioglobe

Anno: 2011

Tracklist:
01. Feed the Extermination 05:06
02. Tremendous Brutality 05:58
03. Cancer 04:30
04. Ovulation Bitch 04:01
05. Storage of Anger 04:36
06. Dog in the Manger 05:23
07. De-Organ-Izer 04:07
08. Abuse 07:30
09. Trust in God 04:05
10. Til I'm Dead 03:49

Sito Web: http://www.vendetta-band.de/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login