Feanor – Recensione: We Are Heavy Metal

Il terzo album dei Feanor (noto personaggio della saga di Tolkien presente nel “Simarillion”) è il classico album della svolta o della morte; dopo due lavori usciti rispettivamente nel 2005 (“Invencible”) e nel 2010 (“Hellas”) all’insegna di heavy metal classico ed epic di qualità non certo sopraffina i nostri ci riprovano tentando il tutto per tutto ed ottenendo un contratto con la Massacre Records.

Affermiamo ciò poiché questa volta troviamo ancora i veterani Gustavo Feanor Acosta (basso, piano, tastiere, percussioni ed arpa) e Walter “The Scorpion” Hernández (chitarre elettriche e spagnola) affiancati non da conterranei bensì da due musicisti molto noti dell’ambiente, parliamo di Sven D’anna alla voce (gigantesco frontman dei tedeschi dei Wizard) e di Frank Gilchriest (micidiale drummer di Riot ed ex Virgin Steele).

La svolta è evidente fin da subito perché l’opener titletrack (da cui i nostri hanno realizzato anche un divertente e pacchinissimo video), arricchita dal vocione di Sven, ci ricorda un mix fra gli anthem dei Manowar ed il power dei Wizard.

Non contenti di questi cambiamenti Gustavo e Walter hanno aggiunto alla proposta una serie importante di ospitate che riescono nei fatti ad aumentare il livello complessivo dell’album.

Abbiamo Ross The Boss, storico ex chitarrista dei Manowar (ora anche nei Death Dealer), che interviene in ben quattro tracce; abbiamo poi anche l’altro grande ex chitarrista dei Kings of Metal, ossia David Shankle ed ancora il fantastico singer Tony Martin (ex Black Sabbath fra gli altri) che ci delizia nella scatenata rokkeggiante “Crying Games”, uno dei brani più arrembanti dell’album (ottimo il modo in cui il cantante sa cambiare atmosfera ed approccio nell’arco di pochi secondi).

In ogni caso non è lecito del resto aspettarsi grandi sorprese… ma per chi ama un ideale di concentrato true metal (indigesto per tutti i modernisti) che mescoli in un sol colpo Manowar, Majesty e Wizard otterrà il meglio possibile.

I nostri infatti conquistano e convincono sia nei pezzi più veloci come “The Discipline Of Steel” sia in quelli più epici e maestosi come i brani ispirati alla saga di Tolkien, ossia “Ëarendil The Sailor” ed “Eol The Dark” che pongono sugli scudi anche Sven D’Anna che concede una prestazione di ottimo livello.

Questa volta i Feanor hanno fatto centro con un album che risulta un concentrato di “true metal” indigesto a chi non ama questo stile ma una vera e proprio manna per chi adora il Metal senza compromessi e stupidaggi moderniste.

feanor-we-are-heavy-metal

Voto recensore
7,5
Etichetta: Massacre Records

Anno: 2016

Tracklist: 01. We Are Heavy Metal 02. Ëol The Dark 03. Ëarendil The Sailor 04. The Discipline Of Steel 05. Water Gardens 06. Dagor Nuin Giliath 07. White And Blue 08. Crying Games 09. The Visitors 10. In The Darkness 11. The Scribe 12. The Epic Of Gilgamesh Pt. 1 (The Quest For Glory)
Sito Web: http://www.feanorband.com/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login