Header Unit

Extreme – Recensione: Pornograffitti Live 25

Un paio d’anni fa, nella nostra rubrica Time Warp, ebbi la fortuna di poter parlare di “Pornograffitti” degli Extreme uno dei migliori album hard rock degli anni ’90, non solo per il piacere di farlo ma anche per segnalarlo ai più giovani come uno degli esempi migliori di melodic rock contaminato dalle influenze più disparate: funky, blues, prog, jazz, classica!

Avendo avuto poi la doppia fortuna di potermi gustare il loro show milanese proprio in occasione del venticinquesimo anniversario dell’uscita di quella pietra miliare, sapevo esattamente cos’avrei trovato in questo “Pornograffitti Live 25” registrato all’Hard Rock Casino di Las Vegas; ebbene il prodotto finale ha superato ogni più rosea aspettativa andando a piazzarsi immediatamente tra uno dei live migliori usciti (almeno) nell’ultima decade, racchiuso tra l’altro in un semplice quanto pregevole packaging formato da versione CD, versione DVD e versione Blu-ray.

Per quanto riguarda la parte del live troviamo una band in forma smagliante; Gary Cherone è decisamente in serata (forse anche perché conscio della presenza delle videocamere), Pat Badger groovy come sempre e possente sui controcanti, Kevin Figueiredo non perde un colpo sembrando quasi un batterista d’altri tempi e, che dire di Nuno Bettencourt che non sia già stato scritto? Un vero e proprio guitar hero, che esordì in piena adolescenza ed ora è venerato anche da chi l’ha cronologicamente preceduto.

Impossibile segnalare una traccia piuttosto che un’altra perché, già da come furono concepite, sono pressoché inattaccabili e in questa versione live (di cui chiaramente consigliamo la versione video) acquistano se possibile ancora più fascino; non mi riferisco tanto a pezzi ormai divenuti classici come “Decadence Dance”, “Get The Funk Out” o “More Than Words” bensì a quelli “meno” noti come “When I’m President”, “It’s A Monster” o “Suzi…” che giovano di una resa HD davvero da pelle d’oca.

Come se non bastasse è presente anche un bel documentario che parla della genesi degli Extreme, dai primi passi mossi nella natia Boston fino al successo planetario ottenuto proprio con “Pornograffitti” e ai tour che si sono susseguiti; sono presenti numerosi ospiti che parlano in toni entusiasti della band dal primo batterista Paul Geary (ora manager di successo di innumerevoli band), ad un esaltato Brian May, da Tom Morello ad uno Steven Tyler non proprio sobrio.

Insomma il classico prodotto da avere per ogni fan che si rispetti ma anche per chi si vuole avvicinare alla musica solo apparentemente “leggera” degli americani.

Voto recensore
8,5
Etichetta: Loud & Proud

Anno: 2016

Tracklist: 01. Decadence Dance 02. Lil' Jack Horny 03. When I'm President 04. Get The Funk Out 05. More Than Words 06. Money (In God We Trust) 07. It's A Monster 08. Pornograffitti 09. When I First Kissed You 10. Suzi (Wants Her All Day What?) 11. Flight Of The Wounded Bumble Bee 12. He-Man Woman Hater 13. Song For Love 14. Hole Hearted 15. Play With Me 16. Cupid's dead
Sito Web: https://www.extreme-band.com/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login