Tribuzy – Recensione: Execution

Il progetto Tribuzy nasce dalla mente del singer dei power metaller brasiliani Thoten, Renato Tribuzy, e si realizza grazie alle composizioni scritte con l’aiuto di Kiko Luoreiro (chitarrista degli Angra) e del bassista Chris Dale (dalla band di Bruce Dickinson).

I musicisti compongono una decina di brani di metallone anni ’80 che vuol presentarsi come un memoriale, un tributo al classic metal; infatti il CD ricorda per molti versi il sound di Iron Maiden, Primal Fear, Judas Preist (periodo ‘Painkiller’), Angra, tanto per fare alcuni nomi; il mood complessivo dell’album pesca però, soprattutto, nel lato più oscuro delle band citate e non è la sorpresa maggiore…

L’elemento veramente singolare di questa release è lo stuolo imponente di ospiti di prestigio che il buon Renato è riuscito a riunire per l’occasione.

Infatti troviamo il mitico singer degli Iron Maiden Bruce Dickinson che canta insieme a Tribuzy su ‘Beast In The Light’, cavalcata massiccia che però non convince appieno.

Troviamo poi il duetto con Michael Kiske (ex Helloween) nella lunga ‘Absolution’, quasi dieci minuti, che, song complessa, ricorda anche alcune cose degli Angra nella prima parte, mentre nella seconda diventa un macigno in stile ultimi Judas; anche questo brano, nonostante un lungo e bell’assolo di chitarra dell’ospite Roland Grapow (Masterplan, Helloween), non riesce a “bucare”.

Matt Sinner lo ascoltiamo all’opera ovviamente sulla cover dei suoi Sinner ‘Nature Of Evil’, insieme alla backing vocals di mister Ralf Scheepers (Prima Fear); il brano è uno dei pochi interessanti; le linee di basso del pezzo citato vedono impegnato anche Dennis Ward.

Gli altri brani si posizionano sulla stessa linea d’onda, rivelandosi ottimamente prodotti e suonati ma non eccessivamente convincenti, in un marasma di metal compatto, oscuro e pesante, in alcuni casi vicino al thrash più cadenzato.

La release sembra una compilation di pezzi scartati dalle band ispiratrici e questo, nonostante il CD possa diventare interessate per i collezionisti (per le diverse collaborazioni presenti), può considerarsi “non fondamentale” per tutti gli altri.

Voto recensore
5
Etichetta: Fuel / Self

Anno: 2005

Tracklist: 01. Execution
02. Forgotten Time
03. The Attempt
04. Divine Disgrace
05. Absolution
06. Web Of Life
07. The Nature Of Evil
08. Lake Of Sins
09. Beast In The Light
10. Aggressive

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login