Convulse – Recensione: Evil Prevails

I finlandesi Convulse sono una di quelle band che ha fatto ritorno dal dimenticatoio grazie alla ritrovata passione dell’underground per tutto ciò che ha fatto storia in qualsiasi genere. Di certo loro con un disco forse non eccelso, ma sicuramente buono e soprattutto uscito al momento giusto come “World Without God” (riedito qualche tempo fa da Relapse records), fanno parte di questa élite di formazioni seminali.

Allo stesso modo i moltissimi anni passati da quel disco, e dal non proprio fondamentale secondo lavoro “Reflections”, lasciavano aperti interrogativi non da poco sull’effettiva possibilità di riprendere in mano il bandolo della matassa e riproporsi in modo credibile.

Non c’è dubbio che in qualche modo la band ha saputo tener fede all’impegno, grazie in primo luogo alla scelta di non andare a sovrapporsi stilisticamente a quanto fatto oltre vent’anni fa. “Evil Prevails” è infatti un lavoro che mantiene al proprio interno una buona dose di elementi tipicamente death metal, ma li diluisce attraverso dosi di psichedelia e doom che permettono una maggiore gamma di emozioni.

Un brano strutturato e lungo come “God Is Delusion” spiega tutto: si comincia con una chitarra acustica, per approdare ad un groove incalzante tipicamente death e quasi grind, fino ad aperture più doom e alcuni momenti di pura melodia lisergica.

Il resto delle tracce sono più o meno su coordinate simili, anche se generalmente dotate di maggiore immediatezza. Ad averci favorevolmente colpito sono più che altro i momenti più atmosferici, spesso ben dosati e capaci di creare la giusta presa in song comunque impregnate di brutalità come ad esempio “Days Are Dark” e “Evil Prevails”. Più standardizzati ma comunque piuttosto efficaci sono però anche i riff violenti e le parti groove, con in testa “Reborn In Chaos” e “Unholy War”.

Di certo non siamo di fronte ad un’uscita imprescindibile o particolarmente originale (ma quando mai i Convulse lo sono stati), ma chi ama le vecchie sonorità del death metal scandinavo e gradisce altrettanto questo tipo di evoluzione non resterà comunque deluso.

Voto recensore
6,5
Etichetta: Svart Records

Anno: 2013

Tracklist:

01. We Kill Our Kind
02. Unholy War
03. World Downfall
04. God Is Delusion
05. Evil Prevails
06. Days Are Dark
07. Reborn In Chaos
08. Oceans Of Dust


Sito Web: https://www.facebook.com/Convulse

riccardo.manazza

view all posts

Incapace di vivere lontano dalla musica per più di qualche ora è il “vecchio” della compagnia. In redazione fin dal 2000 ha passato più o meno tutta la sua vita ad ascoltare metal, cominciando negli anni ottanta e scoprendo solo di recente di essere tanto fuori moda da essere definito old school. Il commento più comune alle sue idee musicali è “sei il solito metallaro del cxxxo”, ma d'altronde quando si nasce in piena notte durante una tempesta di fulmini, il destino appare segnato sin dai primi minuti di vita. Tra i quesiti esistenziali che lo affliggono i più comuni sono il chiedersi il perché le band che non sanno scrivere canzoni si ostinino ad autodefinirsi prog o avant-qualcosa, e il come sia possibile che non sia ancora stato creato un culto ufficiale dei Mercyful Fate.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login