Anneke Van Giersbergen – Recensione: Everything Is Changing

Datele la lista della spesa, gli ingredienti dei biscotti o il cartello dell’oculista, e lei ve li canterà con il suo stile inconfondibile e risultando sempre perfettamente credibile. Anneke Van Giersbergen ha dalla sua parte una grande quantità di pregi, oltre a una voce dal timbro unico. Ci riferiamo principalmente alla sua capacità di distinguersi dalla massa, con un’immagine lontana anni luce da quella di bambolona di plastica che accompagna, purtroppo, tante donne nel metal, e della sua versatilità, che consente ad un album come “Everything Is Changing” di erigersi solido sotto tutti i punti di vista.

Con uno stile che album dopo album diventa sempre più personale, Anneke lancia messaggi positivi con il brio di “Hope, Pray, Dance, Play” e la delicata ritmica di “You Want To Be Free”, ma sa anche rannicchiarsi in un angolo e bisbigliare sommessamente brani come la delicata “Circles” facendo comunque emozionare chi lo ascolta. L’album è inoltre, nel suo complesso, molto ben bilanciato per quanto riguarda la produzione, e la voce si accompagna agli strumenti senza mai sovrastarli. Poco importa quindi se di metal in senso stretto ci sia davvero poco (aspetto che accomuna questa produzione alle altre che Anneke ha realizzato durante la sua carriera solista); del resto, quando ci si trova al cospetto di una personalità artistica così ben strutturata,  originale e creativa, è difficile trovare elementi di contestazione.

Voto recensore
8
Etichetta: [PIAS] Recordings

Anno: 2012

Tracklist:

01. Feel Alive (3:37)

02. You Want To Be Free (3:23)

03. Everything Is Changing (3:18)

04. Take Me Home (3:23)

05. I Wake Up (3:30)

06. Circles (4:00)

07. My Boy (4:15)

08. Stay (4:08)

09. Hope, Pray, Dance, Play (3:19)

10. Slow Me Down (2:57)

11. Too Late (4:11)

12. 1000 Miles Away From You (4:59)


Sito Web: http://www.annekevangiersbergen.com/

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login