Behemoth – Recensione: Evangelion

Peccato…Con il precedente “The Apostasy“, i Behemoth ci avevano finalmente mostrato di essere in grado di offrire una release competitiva sotto ogni punto di vista senza rinnegare la propria, diabolica natura. Il nuovo “Evangelion“, dalle intenzioni old-school fin dalla copertina, torna con vigore al periodo “Thelema.6“. Eccoci dunque di fronte a un death metal dall’anima estremamente tecnica basato sulla velocità di esecuzione e su di un sound non tanto ricercato quanto possente. Inutile dire che la maestria tecnica di Nergal e soci non è minimamente scalfita e il lotto di brani è senza dubbio di un livello al di sopra della media. Non mancano inoltre alcune aperture epico/melodiche pregevoli, tocchi di tastiera che donano emozionalità ad alcuni episodi che tuttavia, prediligono l’assalto frontale come corpus sonoro.

Spiace però dover asserire che lo spazio per le novità riservato invece nella precedente uscita sia proprio ridotto all’osso e che la band paia accontentarsi di svolgere il suo dovere senza osare nemmeno un poco. I fan, che sanno bene cosa aspettarsi, gradiranno, a noi invece rimane un po’ di amaro in bocca.

Voto recensore
6
Etichetta: Nuclear Blast / Warner

Anno: 2009

Tracklist:

01.Daimonos
02.Shemhamforash
03.Ov Fire And The Void
04.Transmigrating Beyond Realm Of Amenti
05.He Who Breeds Pestilence
06.The Seed Ov I
07.Alas, Lord Is Upon Me
08.Defiling Morality Ov Black God
09.Lucifer


Sito Web: http://www.myspace.com/behemoth

andrea.sacchi

view all posts

Poser di professione, è in realtà un darkettone che nel tempo libero ascolta black metal, doom e gothic, i generi che recensisce su Metallus. Non essendo molto trve, adora ballare la new wave e andare al mare. Ha un debole per la piadina crudo e squacquerone, è rimasto fermo ai 16-bit e preferisce di gran lunga il vinile al digitale.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login