Eunomia – Recensione: The Chronicles Of Eunomia Part 1

Gli Eunomia sono frutto del genio compositivo del musicista Peter Danielsen (chitarra, voce e composizione) ed il loro debutto su Demo risale al 2013 con “Crystal Sword”; son passati cinque anni e nel frattempo l’artista norvegese ha collaborato con il fratello Marius per dar vita anche all’ottimo gruppo “Marius Danielsen’s Legend of Valley Doom” (realizzato un primo album nel 2015) in cui prende vita l’universo fantasy (e di conseguenza a cui sono ispirati i testi) in cui si muove anche questo CD intitolato “The Chronicles Of Eunomia Part 1”. Entrambe le band propongono un symphonic power metal di ottimo livello e non si comprende come mai i due progetti siano stati divisi ma ciò che conta davvero è il grandioso livello della proposta che verrà apprezzata da tutti gli amanti del genere.

Il debutto degli Eunomia è infatti un ambizioso lavoro che unisce la sapienza compositiva di Peter ad una serie davvero impressionante di ospiti che hanno collaborato a rendere maestoso e “profondo” questo lavoro. Prima di tutto al fianco del musicista già citato troviamo il fedele fratello Marius che si occupa di  chitarre e linee vocali, il secondo chitarrista Magnar Winther Skorgenes, il bassista Alexander Ormseth ed il drummer Sondre Sørensen Brønstad.

Quel che colpisce di più è però proprio l’enorme numero di ospiti, soprattutto per quanto riguarda i cantanti. La particolarità del CD è far cantare o partecipare in vari modi (dalla narrazione ai cori) più singer in ogni traccia; questa ricchezza espressiva crea un vero e proprio universo di differenti interpretazioni che colpiscono positivamente l’ascoltatore ma che spingono anche ad approfondire quanto fatto.

Troviamo, tanto per citare alcuni, gli italiani Alessandro Conti (Turilli Rhapsody, Trick Or Treat e Twilight Force) e Francesco Cavalieri (Wind Rose; fairyland) rispettivamente nel cadenzato drammatico intitolato “We Will Not Surrender” e nella veloce e arrembante “Glory Of The King”. Abbiamo poi Henning Basse (voce dei Firewind, Metalium), Anders Skøld (Veonity), Seb (Galderia), David Henriksson (ex-Insania, HeeL), ecc.

Il numero impressionante di cantanti impegnati colpisce per primo ma anche per quanto riguarda i musicisti troviamo molte sorprese, dai chitarristi Victor Smolski (ex-Rage, Almanac – suo assolo su “Dangerous Times Ahead”) e Jimmy Hedlund (Falconer – in “Last Stand” con un assolo) o ancora il bassista Giorgio Novarino (ex-Bejelit, King Wraith).

L’amalgama di tutti questi intepreti è stata realizzata egregiamente dai fratelli Danielsen nella natia Norvegia ad Ålesund e si rimane colpiti positivimante fin dal primo ascolto nel verificare come tutti gli strumenti abbiano la loro giusta importanza e come l’ambito metal si incastri bene con le parti più orchestrali ed i numerosi cori.

Tutti i brani risultano eccellenti ma volendo citarne qualcuno ricordiamo l’anthemico “Freedom Call” con il suo incedere epico, la cavalcata power “Eternity” in cui i cori svolgono una parte da leoni, l’eccelsa suite sinfonica “Dangerous Times Ahead”, gli assalti melodici di “Crystal Sword” e “Glory Of The King” o ancora l’incalzante “Dark Horizon” (ottime linee di basso).

Indubbiamente “The Chronicles Of Eunomia Part 1” si candida a risultare una delle migliori uscite di power sinfonico del 2018… e speriamo che arrivi presto la part 2!

Voto recensore
8,5
Etichetta: Pride and Joy Music

Anno: 2018

Tracklist: 01. The Beginning 1:15 02. Crystal Sword 6:08 03. Dark Horizon 5:51 04. Freedom Call 4:48 05. Glory Of The King 6:21 06. We Will Not Surrender 8:18 07. March For Freedom 4:45 08. Eternity 4:32 09. Stand Up And Fight 6:10 10. Last Stand 8:27 11. Dangerous Times Ahead 9:56 12. Until The End 3:47
Sito Web: https://www.facebook.com/Eunomiaband

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login