Narnia – Recensione: Enter The Gate

Dopo una pausa di qualche anno ritornano i metallers di ispirazione cristiana Narnia, guidati ancora una volta dall’impegnatissimo Christian Rivel (anche con Divinefire, Audiovision e Flagship). La maturazione della band lungo la carriera è davanti agli occhi di tutti e oggi i Narnia sono una delle migliori realtà del metal melodico in circolazione; una formazione abile e equilibrata che con ‘Enter The Gate’ confeziona quello che è senza dubbio il punto più alto dell’intera sua storia. Un album che trascende i confini del power neoclassico, malmsteeniano e lontanamente progressivo, che da sempre caratterizza le loro produzioni per approfondire il discorso in una più ampia e al passo con i tempi definizione di metal melodico. Ecco quindi che si possono sentire influenze di pomp-prog (‘This Is My Life’), ma anche chitarre cadenzate e particolarmente pesanti che portano a qualche parallelismo con il power-prog-doom dei Tad Morose. La band di Rivel mantiene però una centralità indiscutibile su melodie e cori che permettono l’assimilazione delle singole tracce in breve tempo. Un pregio, soprattutto quando si cerca di ottenere il risultato con gusto e senza scendere troppo spesso negli abusati cliché di genere (comunque presenti, anche se non in dose fastidiosa). Lungo tutto il disco i Narnia trovano costantemente il giusto bilanciamento tra i vari componenti, non eccedendo mai con velocità, virtuosismi o saccarosio e sfruttando lo spazio lasciato dalle ritmiche rallentate per inserire assoli pregevoli e passaggi al limite del class-metal o dell’AOR, ottimamente rifiniti da arrangiamenti di tastiera e vocals mai fuori bersaglio. Qualche rara punta di aggressività (come l’oscura ‘Another World’) infrange la muraglia di armonie ariose, aumentando intensità e impatto complessivo. La chiusura è affidata ad un brano decisamente particolare:’The Man From Nazareth’, una mini opera ricca di pathos e con una velata inclinazione epica (quasi da musical-metal) che farà la gioia di tutti coloro seguono il movimento cristiano legato alla musica o anche solo degli amanti della “bella musica”.

Voto recensore
8
Etichetta: Massacre / Audioglobe

Anno: 2006

Tracklist: 01. Into This Game
02. People Of The Bloodred Cross
03. Another World
04. Show All The World
05. Enter The Gate
06. Take Me Home
07. This Is My Life
08. Aiming Higher
09. The Man From Nazareth

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login