Header Unit

Emmure – Recensione: Look At Yourself

Ritorno in pista per gli Emmure, versione 2.0: già, perchè dopo sei album, alla fine del 2015 il cantante Frankie Palmeri viene abbandonato dal resto della band ma continua a tenere il monicker sotto il quale, facendosi aiutare da Joshua Travis (chitarra), Phil Lockett (basso) e Josh “Baby J” Miller (batteria) -membri provenienti da band quali The Tony Danza Tapdance Extravaganza e Glass Cloud– pubblica questo nuovo “Look At Yourself” su SharpTone Records, sussidiaria della Nuclear Blast.

E’ giusto sapere subito che si tratta di deathcore molto intransigente ed ortodosso, dove non c’è spazio alcuno per assoli ma chitarroni pesanti e vocals fra il rappato e il growl la fanno da padrone: quindi, rispetto agli album precedenti non c’è stata un’evoluzione più o meno profonda come magari ci si sarebbe potuti aspettare dall’inserimento dei nuovi membri, ma una coerenza di fondo che ha portato a far seguire il cammino già intrapreso dal singer degli Emmure. La novità risiede forse nel suono, più profondo che mai e rotondo (specie per quanto riguarda il basso) e alcune influenze decisamente di casa nu metal (il riffing di “Flag Of The Beast” o “Natural Born Killer”): la band riesce anche a far entrare brevi arpeggi acustici in “Ice Man Confessions” come, addirittura, un cantato pulito nel ritornello di “Turtle In A Hare”.

La base però è comunque sempre un assalto intransigente e a testa bassa, opprimente come la tortura da cui la band trae spunto per il proprio nome: le incursioni elettroniche coi samples in “Smokey” e i suoni più particolari di “Russian Hotel Aftermath” e “Torch” non riescono a far decollare il tutto da una monotonia che si rivela parecchio sfiancante lungo le tredici tracce di questo “Look At Yourself”.

Pesantezza fuori fuoco, se si dovesse definire questo nuovo lavoro degli Emmure: ok la coerenza e tutto il resto ma osare di più sarebbe stato lecito e gradito per evitare un senso di “già sentito” inevitabile.

Voto recensore
5,5
Etichetta: SharpTone Records / Nuclear Blast Records

Anno: 2017

Tracklist: 01. You Asked For It 02. Shinjuku Masterlord 03. Smokey 04. Natural Born Killer 05. Flag Of The Beast 06. Ice Man Confessions 07. Russian Hotel Aftermath 08. Call Me Ninib 09. Major Key Alert 10. Turtle In A Hare 11. Torch 12. Derelict 13. Gucci Prison
Sito Web: https://www.facebook.com/emmure

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login