Vicious Rumors – Recensione: Electric Punishment

La buona notizia è che finalmente i Vicious Rumors sembrano aver rimesso in moto la macchina e ricominciato a pubblicare album con una certa continuità e con una formazione abbastanza stabile. Per la prima volta dalla metà degli anni novanta un disco arriva infatti a solo due anni da quello precedente e addirittura con lo stesso singer al suo posto dietro al microfono.

Un bel segnale che però viene parzialmente smorzato dal fatto che “Electric Punishment” non si dimostra all’altezza dell’eccellente “Razorback Killers” e semmai ne ripete la forma senza recuperarne la sostanza.

Il suono potente e compresso, rivisitazione ammodernata di quello classico della band, è infatti sempre lo stesso e appare ancora una volta un punto di forza su cui la band fa leva, insieme al superbo lavoro della coppia di chitarristi (qui ad affiancare Thorpe è tornato Thaen Rasmussen), ma nel complesso le canzoni di “Electric Punishment” rimangono meno emozionanti e più schematiche rispetto a quelle del recente passato.

La stessa voce ruvida di Brian Allen non si adatta perfettamente al sound quadrato e hard rock oriented di brani come “Together We Unite” e “Strange ways” o alla ballata epica “Escape From Hell”.

Mentre è indubbio che l’assalto heavy e aggressivo di “D Block” e “I Am The Gun” rimane quello più congeniale al suono scelto dalla band e alle qualità dei musicisti. Così come la potenza della title track e il power classicamente americano di Thirst For A Kill” colpiscono dritto in volto come pochi altri sanno fare oggi.

Certo stiamo parlando di livelli altissimi su cui probabilmente non è facile ripetersi ogni volta, ma dai migliori ci si aspetta sempre il top… e questa volta i Vicious Rumors hanno segnato qualche punto in meno di quanto preventivabile. “Electric Punishment” rimane senza dubbio un bel disco e un must per il genere, ma il centro pieno è rimandato almeno al prossimo giro.

Voto recensore
7
Etichetta: Steamhammer Records

Anno: 2013

Tracklist:

01. I Am The Gun
02. Black X List
03. Electric Punishment
04. D – Block
05. Escape (From Hell)
06. Dime Store Prophet
07. Together We Unite
08. Eternally
09. Thirst For A Kill
10. Strange Ways (KISS cover version)


Sito Web: https://www.facebook.com/ViciousRumorsMetal?ref=ts

riccardo.manazza

view all posts

Incapace di vivere lontano dalla musica per più di qualche ora è il “vecchio” della compagnia. In redazione fin dal 2000 ha passato più o meno tutta la sua vita ad ascoltare metal, cominciando negli anni ottanta e scoprendo solo di recente di essere tanto fuori moda da essere definito old school. Il commento più comune alle sue idee musicali è “sei il solito metallaro del cxxxo”, ma d'altronde quando si nasce in piena notte durante una tempesta di fulmini, il destino appare segnato sin dai primi minuti di vita. Tra i quesiti esistenziali che lo affliggono i più comuni sono il chiedersi il perché le band che non sanno scrivere canzoni si ostinino ad autodefinirsi prog o avant-qualcosa, e il come sia possibile che non sia ancora stato creato un culto ufficiale dei Mercyful Fate.

1 Comment Unisciti alla conversazione →


  1. michele

    Ascoltando più volte l’album con estrema attenzione, devo dire che ho travato Electric Punishment un lavoro ben fatto e soprattutto più vario del comunque buon Razoback Killers. L’alternanza di tracce molto potenti con quelle più melodiche, permettono un adeguata assimilazione dell’album.
    Le uniche pecche che posso rilevare sono ahimè la title track, bella ma troppo lunga ed a tratti dispersiva, Eternally, traccia estremamente semplice e scontata e la cover dei Kiss ( non hanno scelto una delle loro migliori canzoni ). Comunque, tolti questi 3 episodi inferiori, l’album si dimostra un altro degno lavoro dei GRANDI Vicious Rumors che hanno dimostrato anche questa volta che hanno ancora molto da dirci!

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login