Gaskin – Recensione: Edge Of Madness

Dopo anni di assenza tornano a farsi sentire i Gaskin, ma, a parte i più fanatici appassionati della vecchia N.W.O.B.H.M., non crediamo che saranno in molti ad accorgersi del loro ritorno. E sicuramente non senza motivo, visto che “Edge Of Madness” non è certo un lavoro di quelli che non si possono trascurare.

Con tutto il rispetto per le qualità di una band che ha in qualche modo saputo ritagliarsi il proprio spazio nella storia della musica heavy i Gaskin di oggi sono una band che non pare avere molto da aggiungere al suo passato, sia dal punto di vista dello stile, ma anche per ciò che concerne la composizione o l’esecuzione.

Se poi aggiungete che “Edge Of Madness” non gode nemmeno di questa grande qualità d’incisione, beh, avete un quadro che si pone ai limiti della sufficienza e che solo lo status (meritato) di band da culto preserva da una bocciatura totale e inappellabile.

“Damnation”, “Bedlam”, “The Contract”, “Lost & Lonley” e la title track non sono male, ma paiono canzoni estrapolate da una qualsiasi uscita hard & heavy dell’underground britannico anni ottanta. Completamente basate sull’interpretazione del leader Paul Gaskin, che non manca di un certo gusto come chitarrista, ma non è altrettanto valido come singer. Troppo easy listening e melodiche sono invece gran parte dei brani (“Man’s World”, “Wake Up Dead”, “Heart Like Thunder”) per poter essere definiti anche solo lontanamente e vagamente heavy metal e in campo hard melodico non è difficile trovare più classe e qualità altrove.

In fondo i Gaskin non hanno colpa, loro sono quello che sono sempre stati e resteranno in qualche modo godibili per chi ha in mente solo e comunque la scena underground hard & heavy degli anni ottanta, ma è il resto del mondo che è andato avanti e ritrovare in un disco del 2012 tutti, o quasi, i limiti e i difetti riscontrabili nei prodotti “minori” di trent’anni fa non ci pare più così ricco di sapore “vintage”.

Consigliato solo ed esclusivamente ai nostalgici più inguaribili.

Voto recensore
6
Etichetta: High Roller Records

Anno: 2012

Tracklist:

01. Just Before Dawn
02. Damnation
03. Heart Like Thunder
04. Mans' World
05. Wake Up Dead
06. Lost & Lonely
07. The Contract
08. Bedlam
09. Te Amavi
10. Edge Of Madness


Sito Web: http://www.myspace.com/gaskin2008

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login