Eden’S Curse – Recensione: Cardinal

Come può una band nata nel 2007, quando il boom del power era ormai un lontano ricordo, tenere botta e pubblicare cinque dischi ed un live in nemmeno dieci anni di carriera? La risposta è semplice: facendo buona musica. Gli Eden’s Curse si possono spiegare così, in questa frase di apertura che sintetizza un credo musicale ed uno stile proposto con grande coerenza e qualità nel songwriting, nonostante i tanti cambi di line-up nel corso del tempo. Perso per strada il cantante Michael Eden i nostri sono andati a pescare in Serbia il buon Nikola Mijic, mentre per sostituire Steve Williams (tornato nei suoi Powerquest) alle tastiere, è stato chiamato il finlandese Christian Pulkkinen.

Cardinal” è appunto il quinto lavoro sulla lunga distanza per gli Eden’s Curse, che ci propongono ancora una volta il proprio power metal con contaminazioni hard rock, arrangiato con gusto e ricco di melodie accattivanti. Chi conosce la band sa che non punta certo sull’originalità, ma è anche consapevole che ogni uscita contiene song piacevoli, suonate con mestiere ed accompagnate da un lavoro corale decisamente ben costruito. E’ il caso dell’opener “Prophets of Doom“, che si muove in territori power classici, mentre la seguente “Sell Your Soul” è più hard rock oriented, seguendo le orme dei Pretty Maids e, perchè no, i Ten. Gli Eden’s Curse macinano ancora power metal con “Messiah Complex“, con orchestrazioni à la Freedom Call, mentre il duello tra chitarre e tastiere nell’intro di “Saints And Sinners“, non può non riportarci alla mente i cari vecchi Stratovarius. Il picco qualitativo di “Cardinal” è “Find My Way“, brano che sembra uscito dalla penna di Tobias Sammet, tra coralità ed passaggi sinfonici in crescendo.

Gli Eden’s Curse sono degli onesti mestieranti del power metal odierno, quello che strizza l’occhio al metal classico e non tralascia qualche puntatina nell’hard rock, come ci hanno insegnato gli Edguy. Una strada sicura, non tortuosa, che può portare facilmente ad incartarsi ed a risultare banali. Ma “Cardinal” è un album talmente fluido e ben suonato che, pur nella sua prevedibilità, ci trasmette dall’inizio alla fine buone sensazioni.

 

eden's curse

Voto recensore
7
Etichetta: AFM Records

Anno: 2016

Tracklist: 01. Prophets Of Doom 02. Sell Your Soul 03. The Great Pretender 04. Messiah Complex 05. Find My Way 06. Kingdom Of Solitude 07. Utopian Dreams 08. This Is Our Moment 09. Rome's On Fire 10. Unconditional (Feat. Liv Kristine) 11. Saints And Sinners 12. Jericho
Sito Web: http://www.edenscurse.com/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login