Soundgarden – Recensione: Echo Of Miles: Scattered Tracks Across The Path

Cofanetto decisamente interessante per i fan dei Soundgarden, di cui vengono messe in risalto l’ecletticità e la varietà di idee, spunti in parte abbozzati, in parte portati a forma compiuta, comunque sintomo e testimonianza di una vitalità difficilmente ripetibile in quanto figlia delle peculiarità di un contesto, quello della Seattle di fine anni ’80 – inizio anni ’90, semplicemente unico.

L’attenzione di questa recensione si sofferma in particolare sul primo disco, quello contenente gli “originali” (in realtà in buona parte apparsi, magari in altre versioni, in precedenti release della band): una raccolta in cui si respira soprattutto l’energia degli esordi, la forza di una band straripante nella sua furia, talvolta disordinata ma di grande impatto. Forse acerbi, di sicuro graffianti, a tratti micidiali. E’ il caso
dell’urlo di “Cold Bitch”, B-side di “Spoonman”, e di “Birth Ritual”, dalla colonna sonora del fondamentale “Singles” di Cameron Crowe. I Soundgarden già nel ’93, con “Show Me” – registrata per la compilation “No Alternative” di raccolta per la ricerca sull’AIDS, erano in grado di comunicare in maniera diretta, quasi leggera, pure su temi delicati. Fa sempre piacere riascoltare un pezzo geniale come “She Likes Surprises”. Arrivando ai giorni nostri l’oscura “Storm”, primo singolo dopo “King Animal” getta nuovo interesse su una band che ha ancora molto da dire.

Il secondo disco raccoglie cover, in studio e dal vivo: notevole lo stravolgimento di “Come Together”, mentre “Into The Void” stupisce di meno pur nella sua grezza potenza. Per il resto del secondo disco, come pure per il terzo – intitolato “Oddities”, in cui trovano spazio oscure tracce strumentali e curiosi remix – ci si inoltra in territori esplorabili con goduria dai fan dei Soundgarden, meno da chi magari deve ancora assaporarne i frutti maturi dei capolavori di inizio anni ’90.

Molto diverso dalla solita compilation, “Echo Of Miles” è uno scrigno prezioso soprattutto per chi ha amato la band nei suoi giorni di gloria musicale, che qui si possono riassaporare scoprendone nuovi ignoti o poco noti frutti.

Voto recensore
7,5
Etichetta: A & M

Anno: 2014

Tracklist:

CD1 - Originals

01. Heretic
02. Fresh Deadly Roses
03. H.I.V. Baby
04. Cold Bitch
05. Show Me
06. She’s A Politician
07. Birth Ritual
08. She Likes Surprises
09. Blind Dogs
10. Bleed Together
11. Black Rain
12. Live To Rise
13. Kristi
14. Storm

CD2 - Covers

01. Swallow My Pride (Fopp EP.)
02. Smokestack Lightning (Ultramega OK)
03. Everybody's Got Something to Hide Except Me and My Monkey (John Peel Sessions) (Previously unreleased)
04. Thank You (Falettinme Be Mice Elf Agin) (John Peel Sessions) (Previously unreleased)
05. Come Together (Loudest Love EP)
06. Stray Cat Blues (Satanoscillatemymetallicsonatas EP)
07. Into the Void (Sealth) (Satanoscillatemymetallicsonatas EP)
08. Girl U Want (Satanoscillatemymetallicsonatas EP)
09. Touch Me (Rusty Cage single b-side)
10. Can You See Me? (Friday Rock Show BBC Sessions) (Outshined b-side)
11. Homicidal Suicidal (Friday Rock Show BBC Sessions) (Outshined b-side
12. I Can't Give You Anything (Friday Rock Show BBC Sessions) (Outshined b-side)
13. I Don't Care About You (Friday Rock Show BBC Sessions) (Outshined b-side)
14. Waiting for the Sun (Live) (Before the Doors: Live on I-5 Soundcheck)
15. Search and Destroy (Live) (Live on I-5)
16. Big Bottom (Live) (Louder Than Live)
17. Earache My Eye (Live) (Louder Than Live)

CD3 - Oddities

01. Twin Tower (Previously unreleased)
02. Jerry Garcia's Finger (Pretty Noose single b-side)
03. Ghostmotorfinger (Fell on Black Days single b-side (as "Motorcycle Loop")
04. Night Surf (Previously unreleased)
05. A Splice of Space Jam (Blow Up the Outside World single b-side)
06. The Telephantasm (Telephantasm compilation)
07. Black Days III (Superunknown 2014 re-issue)
08. Karaoke (Burden in My Hand single b-side)
09. Fopp (Fucked Up Heavy Dub mix) (Fopp EP)
10. Big Dumb Sex (Dub version) (Loud Love single b-side)
11. Spoonman (Steve Fisk remix) (Black Hole Sun single b-side)
12. Rhinosaur (The Straw that Broke the Rhino's Back remix) (Ty Cobb single b-side)
13. Dusty (Moby remix) (Blow Up the Outside World single b-side)
14. The Telephantasm (Steve Fisk 2014 remix) (Previously unreleased)
15. One Minute of Silence (Ultramega OK)


Sito Web: http://soundgardenworld.com/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login