Dregen – Recensione: Dregen

Esordio solista per l’ex chitarrista di Backyard Babies e Michael Monroe. Le dichiarazioni altisonanti rilasciate alla vigilia – quelle, cioè, di voler coniugare le vibrazioni di Kiss, Slayer, Beastie Boys e Miles Davis – rischiavano di bruciare le aspettative già alte se solo si pensa ai BB, figuriamoci agli ultimi grandissimi album di Michael Monroe.

In effetti “Dregen” è un lavoro ahimé deludente, che cerca sì – e in questo la dichiarazione d’intenti trova un riscontro – di esplorare anche altri territori e differenti sensibilità, ma in rarissime occasioni lo fa con credibilità ed efficacia. Basti, ad esempio, il contraltare fra il cantilenante simil-pop di “Just Like That”, inspiegabilmente scelto come singolo, e la deliziosa “Flat Tyre On A Muddy Road” che si avventura con calore e passione in zone non distanti dal country. Purtroppo la qualità media, tirate le somme, rimane bassa e il lodevole tentativo di mostrare eclettismo non è supportato da risultati adeguati sul piano prettamente compositivo. Dregen, uscendo dal genere che meglio conosce, finisce per scivolare in più di qualche cliché ed infilare una serie di pezzi non propriamente memorabili, smarrendo quella grinta che ne ha sempre contraddistinto lo stile. Da menzionare, a parte la già citata “Flat Tyre On A Muddy Road”, la sola “One Man Army”: visto il pedigree, davvero poco.

Voto recensore
5
Etichetta: Spinefarm Records

Anno: 2013

Tracklist:

01. Division Of Me
02. Just Like That
03. Flat Tyre On A Muddy Road
04. Gig Pig
05. Pink Hearse
06. Bad Situation
07. One Man Army
08. 6-10
09. Refuse
10. Mojo’s Gone


Sito Web: http://dregen.se/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login