Eye For An Eye – Recensione: Downfall

A Swindon (UK), paese ad un’oretta di distanza dalla raffinata Oxford o dalla trip-hoppara Bristol, si suona. E si suona di brutto! Abbandonate le atmosfere fighette delle succitate città, qui si incorre in un vero e proprio rock tosto di periferia, sanguigno come solo in America si pensava di riuscire a trovare. Il quartetto inglese mette su un lavoro che ripropone atmosfere cupe e assolutamente accomunabili allo stoner, forte di riff grossi come una casa e duri come il marmo e ritmiche di questa batteria, sempre in primo piano, pesanti e ossessive, pur mantenendo (e nenache troppo velatamente) una componente melodica non indifferente, derivata in parte anche dal southern rock. Fin qui, «Una bomba!» verrebbe da pensare… ma questa è solo una porzione della verità. Per quanto ascoltabile e soddisfacente, infatti, questo esordio degli Eye For An Eye ricalca senza dubbio gli stilemi del genere senza uscire troppo dagli schemi e, a volte, le soluzioni scelte si rifanno palesemente ai Kyuss. Anche se il valore tecnico dei quattro di Swindon non deve essere messo in discussione, ci troviamo, dunque, al cospetto di un’opera che non ha “osato” più di tanto, anche se potremmo citare la title-track, dove i ritmi calano fino a rasentare un’oscura monotonia e “Another Life”, possente cavalcata più affine agli Helmet, come variazioni sul tema prettamente stoner. Come conferme di questa direzione intrapresa, invece, possiamo e dobbiamo nominare forse le due canzoni più “semplici” del disco, ma anche le più fruibili e forse più interessanti: “Until I’m Done” e “It’s Been A Long Time”. La prima sembra un vero e proprio singolo, con un refrain semplice ma efficace, mentre la seconda potrebbe benissimo assumere i connotati di vero e proprio “anthem”, con un introduzione ed un incedere semplici anch’essi, ma di assoluto impatto. Alla luce di queste considerazioni, si può, senza dubbio alcuno, concludere che “Downfall” è un album molto godibile, frutto di una band con le potenzialità, ma non ancora con la consapevolezza assoluta della varietà di soluzioni interessanti già virtualmente in loro possesso. Li aspettiamo alla prossima.

Voto recensore
6
Etichetta: Rising Records / Audioglobe

Anno: 2010

Tracklist: 01. Never Be Free
02. Ask No Questions
03. Until I’m Done
04. Getting Old
05. Downfall
06. Seven Gods Of Chaos
07. Final Sunrise
08. It’s Been A Long Time
09. Another Life
10. Brother

Sito Web: http://www.myspace.com/eyeforaneyeband

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login