Profanatica – Recensione: Disgusting Blasphemies Against God

I Profanatica sono un two-piece newyorchese con ben vent’anni di storia sulle spalle, una band che si è presto guadagnata la fama del “culto” entro il panorama del black metal underground americano. “Disgusting Blasphemies Against God” è il secondo full-length dell’ensemble, parto (malato) di una discografia avara di uscite sulla lunga distanza ma ricchissima di split, demo, testimonianze dal vivo. Il titolo, già di per sé eloquente, rende palese come i Profanatica da un punto di vista lirico non abbiano mezzi termini. Qualcuno rimarrà infastidito solo a leggere la tracklist dell’album, qualcun altro invece, al massimo alzerà un sopracciglio e si farà una grassa risata trovando il tutto deliziosamente narrow-minded. Noi invece parliamo di musica e da questo punto di vista gli americani non si possono rimproverare. Non aspettatevi un black metal selvaggio e violento, nemmeno una registrazione casereccia e grida raggelanti. Al di là del suo contenuto lirico, “Disgusting Blasphemies Against God” è un disco abbastanza ragionato, in cui i due musicisti mettono in risalto un bagaglio tecnico valido ed affinato, impostando i brani più sul mid-tempo che sulla velocità di esecuzione, garantendo anche delle parentesi melodiche a base di rallentamenti e brevi inserti acustici. Assolutamente nulla di nuovo ma il mestiere è dalla loro e l’album è inaspettatamente confezionato molto bene e consigliato agli appassionati di questo panorama. Ovviamente, è poi a vostra discrezione prenderli sul serio o meno.

Voto recensore
6
Etichetta: Hells Headbangers

Anno: 2010

Tracklist: 01. Black Cum
02. Pious Piece Of Shit
03. Christs Precious Blood Poisoned
04. Smashing Religious Fucking Statues
05. Fuck The Blood Of The Lamb
06. Covered in Black Shit
07. No Trumpet Shall Sound
08. Crush All That Is Holy Defile
09. Excrement Sacrosanct
10. Angel With Cock
Sito Web: http://www.myspace.com/profanatica

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login