Silverstein – Recensione: Discovering The Waterfront

Siamo ormai giunti alla terza generazione di sottogeneri in ambito “core” (con abbinati i prefissi che preferite)…ed ecco che si comincia a sentir parlare (dal mercato d’oltreoceano) di “screamo” termine che connota partiture vocali equamente suddivise tra lo “screaming” tipico dell’hardcore e la voce pulita (tendenzialmente high pitched) del genere “emo”; i canadesi Silverstein sono proprio uno dei più strombazzati rappresentanti di questa nuova fetta dell’alternative e giungono con questo ‘Discovering The Waterfront’ alla loro seconda realizzazione. La band, composta da giovanissimi elementi, dimostra sicuramente un buon dinamismo ritmico (‘Your Sword Vs. My Dagger’) purtroppo fluttuante in un insieme compositivo elementare e prevedibile; non basta qualche richiamo a pesi massimi come i Dredg in ‘The Ides Of March’ o condire il tutto con del sano riffing metal classico (‘Fist Wrapped In Blood’) alla maniera degli Avenged Sevenfold per raggiungere uno spessore artistico quantomeno discreto. Unico acuto di un album tutto sommato troppo nella norma per meritare un pizzico d’attenzione l’utilizzo di archi nella title track, espediente che i Silverstein potrebbero e dovrebbero tenere presente per lo sviluppo futuro della loro musica.

Voto recensore
5
Etichetta: Victory / Venus

Anno: 2005

Tracklist: 01. Your Sword Vs. My Dagger
02. Smile In Your Sleep
03. The Ides Of March
04. Fist Wrapped In Blood
05. Discovering The Waterfront
06. Defend You
07. My Heroine
08. Always And Never
09. Already Dead
10. Three Hours Back
11. Call It Karma

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login