Dirty Thrills – Recensione: Heavy Living

Hard rock intriso di blues, ruvido e diretto, che trova il riferimento più diretto nei Rival Sons: una sfida su territori diversi da quelli consueti per la Frontiers Records, che con i londinesi Dirty Thrills prova a ripetere l’operazione Inglorious, non a caso citati nella nota di accompagnamento all’uscita di questo “Heavy Living”.

Qualche spunto – ad esempio l’andatura imperfetta ed irregolare di “Law Man” – è interessante, altrove si ha l’impressione di una band ancora acerba, con un’operazione che risulta riuscita soltanto a metà: un esempio concreto nelle acrobazie vocali di “Go Slow”, intriganti in linea di principio ma non impeccabili nell’esecuzione di un Louis James che tende a strafare come pure nel chorus della più tranquilla e blueseggiante “Hanging Around”. Le cose non cambiano quando il ritmo rallenta (la ballad “Lonely Soul” o la heavy “Rabbit Hole”), mentre funzionano meglio nei vocalizzi della semplice ma evocativa “Interlude”. In pezzi come l’opener “I’ll Be With You” l’esempio e l’obiettivo dei Rival Sons è eclatante, anche se purtroppo Louis James non è Jay Buchanan e soprattutto Jack Fawdry non è Scott Holiday. E’ un po’ questo il limite generale di una proposta e di un album che aggiungono davvero poco ad una scena sempre più affollata.

Voto recensore
5,5
Etichetta: Frontiers Records

Anno: 2017

Tracklist: 01. I’ll Be With You 02. Go Slow 03. Law Man 04. Hanging Around 05. Lonely Soul 06. No Resolve 07. Interlude 08. The Brave 09. Rabbit Hole 10. Drunk Words 11. Get Loose
Sito Web: http://www.dirty-thrills.com/

giovanni.barbo

view all posts

Appassionato di cinema americano indipendente e narrativa americana postmoderna, tra un film dei fratelli Coen e un libro di D.F.Wallace ama perdersi nelle melodie zuccherose di AOR, pomp rock, WestCoast e dintorni. Con qualche gustosa divagazione.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login