FM (Can) – Recensione: Direct To Disc (Reissue)

La storia dei canadesi FM è per ovvi motivi legata strettamente ai mostri sacri del progressive rock a cui i nostri hanno aperto spesso e volentieri i concerti; parliamo ovviamente di Rush e Saga.

Gli FM, sebbene abbiano una carriera lunga e colma di ottime release, non hanno raggiunto il successo dei due gruppi citati ma sicuramente risultano un combo autore di composizioni di alto livello. Il progressive dei nostri è assimilabile allo space rock, frutto delle sperimentazioni elettroniche di Cameron Hawkins, tastierista, bassista, singer e leader della band, nonché autore di testi spesso ispirati alla science-fiction. Il gruppo si completa con il batterista Martin Deller, jazzista, nonché con Ben Mink, violinista e mandolinista, che ha l’arduo compito di prendere il posto del fuoriuscito Nash The Slash.

E’ evidente che l’assenza della chitarra dona all’universo musicale degli FM una dimensione estremamente personale che non solo non limita i nostri ma li spinge a sperimentazioni ancor più ardue.

Frutto di questa tendenza e volontà è proprio l’EP “Direct To Disc”, che si compone di due pezzi strumentali di circa 15 minuti ciascuno, “Headroom e “Border Crossing”, suddivisi a loro volta, rispettivamente, in cinque e quattro movimenti.

L’altra particolarità in pieno stile anni ’70 che contraddistingue questo lavoro è la registrazione diretta… tutto è stato suonato e registrato in un sol colpo.

Il primo brano è composto da Hawkins ed è la perfetta suite di space rock, stracolma di effetti e sintetizzatori. Il secondo pezzo è invece più jammato e decisamente jazz e non a caso si tratta di una composizione del batterista Martin Deller (non mancano parti soliste di batteria davvero interessanti).

L’album uscì nel 1978 per la Labyrinth ed ora lo possiamo riascoltare grazie all’ottima ristampa della Esoteric/Cherry Red che ancora una volta propone un booklt ricco di informazioni, tutta da leggere mentre ci si immerge nelle atmosfere sognanti e sperimentali degli FM.

Etichetta: Esoteric Recordings/Cherry Red

Anno: 1978

Tracklist:

01. Headroom
02. Border Crossing


Sito Web: http://www.thebandfm.com/

leonardo.cammi

view all posts

Bibliotecario appassionato a tutto il metal (e molto altro) con particolare attenzione per l’epic, il classic, il power, il folk, l’hard rock, l’AOR il black sinfonico e tutto il christian metal. Formato come storico medievalista adora la saggistica storica, i classici e la letteratura fantasy. In Metallus dal 2001.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login