Metalium – Recensione: Demons Of Insanity

Suoni dinamici e puliti, aggressivi e metallici al punto giusto. Questa è la formula vincente dei Metalium… che si rinnova ad ogni nuova uscita. Anche ‘Demons Of Insanity’ non si distacca da questa ricetta ed aggiunge, in alcuni brani, dosi massicce di oscura malinconia e passaggi di tastiera particolarmente ispirati, eseguiti del sempiterno ospite Don Airey. Come sempre i Metalium colpiscono per la pulizia e la potenza che riescono a inserire nel loro sound (grazie all’ottimo lavoro compiuto ancora dal produttore nonché bassista della band Lars Ratz) e per un singer, Henning Basse, che effettivamente dona una marcia in più al gruppo.

Peccato che, in questo caso, a defezionare rispetto al livello alto delle produzioni del gruppo tedesco, siano proprio le canzoni… canzoni che non riescono a forare, a lasciare il gusto forte e impellente di riascoltare i brani dopo il primo passaggio sullo stereo…

Questa pericolosa deriva rischia di creare, anche per i Metalium, uno spazio nell’olimpo delle power metal band anonime. Grazie al cielo ‘Demons fInsanity’ presenta anche un buon pacchetto di song che consentono alla band di raggiungere un sufficiente livello di interesse, ma questa band può (e l’ha già dimostrato…) far decisamente di più.

Infatti, se da un lato troviamo brani arrembanti come l’opener ‘Power Of Time’, la possente ‘Sky Is Falling’, o altre track moderniste e schiacciasassi come ‘Cyber Horizon’, purtroppo incappiamo anche in polpettoni indigeribili come la pesantissima ‘Demons Of Insanity’, oppure ‘Endless Believer’ ed ancora il pastrocchio di ‘Destiny’.

Da sottolineare, infine, come questa volta il tema di base del nuovo concept sia quello della clonazione di esseri umani e della distruzione delle risorse naturali. Ovviamente sarà compito dei due metallian (maschio e femmina) affrontare la tragedia incombente.

In definitiva il nuovo ‘Demons Of Insanity’ è per i Metalium un mezzo passo falso che riesce a rimanere disperatamente a galla grazie all’esperienza di quattro musicisti “scafatissimi”.

Solo per i fan e i super appassionati di power.

Voto recensore
6
Etichetta: Armageddon / Audioglobe

Anno: 2005

Tracklist: 01. Earth In Pain (Intro)
02. Power Of Time
03. Demons Of Insanity
04. Cyber Horizon
05. Ride On
06. Endless Believer
07. Sky Is Falling
08. Destiny
09. Mother Earth
10. Out Of The Silence
11. Atrocity
12. Silence Of The Night
13. Visions Of Paradise
14. One By One

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login