Setherial – Recensione: Death Triumphant

‘Death Triumphant’, quinto full-length dei blacksters svedesi Setherial, è purtroppo un disco noioso e poco ispirato a livello compositivo. La band, pur ineccepibile da un punto di vista tecnico, propone una serie di mid-tempos simili tra loro, solo raramente interrotti da accelerazioni e sporadici arpeggi.

Le canzoni, che forse vorrebbero evidenziare un corpus epico e maestoso in forza dei loro ritmi cupi e rocciosi, finiscono in realtà per annoiare presto e dopo l’ascolto di alcune tracce non avrete difficoltà a prevedere il contenuto di quella successiva.

Come dicevamo, il bagaglio esecutivo dei veterani svedesi è ottimo, e altrettanto lo è la produzione, pesante e pulita, ma ‘Death Triumphant’ lascia veramente poco a livello emotivo, portandoci a pensare che si tratti di un ennesimo compito di routine svolto con l’unica preoccupazione di non sbagliare troppo.

E ancora una volta precisiamo che saper suonare non basta.

Per la cronaca, l’album conterrà come bonus track una re-incisione di ‘For Dem Mitt Blod’, song tratta dall’omonimo EP del 1995.

Voto recensore
5
Etichetta: Regain / Self

Anno: 2006

Tracklist:

01.The Limbo Of Insanity
02.Death Triumphant
03.With Veins Wide Open
04.Aeons Of Bloodlust
05.Relinquishment From The Unlighted Chambers
06.Hellstorms Over The Empyrean
07.Inhale The Embers
08.Devilry, Wickedness And Scorn
09.Curse Of The Manifest
10.For Dem Mitt Blod (Bonus Track)


andrea.sacchi

view all posts

Poser di professione, è in realtà un darkettone che nel tempo libero ascolta black metal, doom e gothic, i generi che recensisce su Metallus. Non essendo molto trve, adora ballare la new wave e andare al mare. Ha un debole per la piadina crudo e squacquerone, è rimasto fermo ai 16-bit e preferisce di gran lunga il vinile al digitale.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login