Death Angel – Recensione: The Evil Divide

Il momento di forma smagliante dei Death Angel prosegue. Dopo l’ottimo “The Dream Calls For Blood” anche il nuovo “The Evil Divide” non delude le aspettative dei fan di Mark Osegueda e compagni, regalando loro proprio il tipo di disco che desiderano. Parliamo naturalmente di thrash della vecchia scuola, senza dubbio classico e fedele alla tradizione, ma composto e suonato con sorprendente abilità: tutti i brani sono infatti senza eccezione appassionanti e con un bel tiro.

Basta ascoltarsi le iniziali “The Moth” e “Cause For Alarm” o l’esplosvia “Hell To Pay” per trovarsi subito davanti a brani incalzanti, caratterizzati da numerosi cambi di tempo e da ottimi riff e solos di chitarra: l’interpretazione di Osegueda è sempre convinta e convincente, mentre una sezione ritmica solida e corposa fa da sostegno al tutto. “Lost” sorprende per la propria emotività e la propria melodia, “Father Of Lies” alterna magistralmente la potenza all’introspezione grazie un romantico intermezzo chitarristico.

It Can’t Be This” colpisce col suo andamento e il suo refrain quasi hardcore, a seguire “Hatred United, United Hate” parte pacata con un arpeggio, ma non tarda a colpire duro. “Breakway” e “The Electric Cell” vanno dritte al punto con le loro mitragliate davvero old-school, sul finale c’è anche spazio per un momento di maggior complessità e improvvisazione affidato ai quasi 6 minuti della conclusiva “Let The Pieces Fall”.

Quando le canzoni sono così ben scritte e trascinanti, il fatto che aderiscano a canoni definiti e conosciuti da tempo passa in secondo piano. I Death Angel si confermano maestri indiscussi del proprio genere, tra le migliori e più coerenti, appassionate e irriducibili band thrash ancora in circolazione. Questo nuovo “The Evil Divide” non fa che confermare ulteriormente tale meritata fama.

death angel the evil divide new

Voto recensore
8
Etichetta: Nuclear Blast Records

Anno: 2016

Tracklist: 01. The Moth 02. Cause For Alarm 03. Lost 04. Father Of Lies 05. Hell To Pay 06. It Can’t Be This 07. Hatred United, United Hate 08. Breakaway 09. The Electric Cell 10. Let The Pieces Fall
Sito Web: http://www.deathangel.us

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login