The Cascades – Recensione: Dead Of Dawn

‘Dead Of Dawn’ è il quarto studio album dei tedeschi The Cascades, gothic rock band “radiofonica” sulla scia di H.I.M. e 69 Eyes. L’obiettivo dei nostri sembra essere quello di assicurare una serie di song piacevoli e intrattenitorie, ma non sempre il four-piece riesce nel suo intento. Peccato, perché questo ‘Dead Of Dawn’ inizia davvero bene, con degli episodi come ‘Call Of The Wild’ e la titletrack, a cavallo tra le sonorità gotiche e un rock’n’roll di settantiana memoria, graffianti quando serve ma dotati di un refrain irresistibile.

Nel resto dell’album l’alchimia si blocca. I brani appaiono ripetitivi e ben poco accattivanti, nonostante un paio di sussulti grazie alle divertenti ‘Summer Love’ e ‘Back To Life’ e l’ottima performance vocale del singer M.W. Wild (dotato di un timbro profondo e interpretativo). Le song sono eseguite con indubbio spessore tecnico ma prive di impatto, un problema che limita non poco la fruibilità che i quattro tedeschi vorrebbero garantire.

Un disco a tratti piacevole ma troppo anonimo. I die hard fans del genere possono dargli un ascolto, ma non si aspettino grosse sorprese.

Voto recensore
5
Etichetta: Rabazco / Masterpiece

Anno: 2006

Tracklist:

01.Call Of The Wild
02.From The Universe
03.Dead Of Dawn
04.Wie Auch Immer
05.Engelland
06.Exile
07.Summer Love
08.Hell, Flight, 711
09.Back To Life
10.On The Hallows Eve
11.Lust Of Pain


andrea.sacchi

view all posts

Poser di professione, è in realtà un darkettone che nel tempo libero ascolta black metal, doom e gothic, i generi che recensisce su Metallus. Non essendo molto trve, adora ballare la new wave e andare al mare. Ha un debole per la piadina crudo e squacquerone, è rimasto fermo ai 16-bit e preferisce di gran lunga il vinile al digitale.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login