Dark Forest – Recensione: Beyond The Veil

Ci siamo. È tempo per il ritorno dei Dark Forest, band inglese dedita a un Power Metal dalle forte tinte Folk di matrice medievale. Nati nel 2002 i nostri giungono alla loro quarta prova sulla lunga distanza dopo una carriera di certo non in discesa ma che ha dovuto affrontare non poche fasi difficili. “Beyond The Veil“, questo il titolo dell’album, può essere considerata senza ombra di dubbio la prova più matura e convincente del quintetto inglese che, complice anche la stabilità della line-up, ci regala 10 tracce (più due intro) di assoluto valore.

L’apertura è affidata a “On The Edge Of Twilight“, brano che funge da bigliettino da visita: un arpeggio anthemico, un rifframa ricercato e articolato, un cantato evocativo e intenso che sfocia in un ritornello melodico e accattivante. Tutti questi elementi vengono miscelati e valorizzati dalle ottime prestazioni del cantante Josh Winnard, pienamente a suo agio su melodie e liriche a lui congeniali, e dai chitarristi Christian Horton e Patrick Jenkins, affiatati e autori di assoli superlativi. Collegare la musica dei Dark Forest a quella degli Skyclad è un’operazione immediata, semplice ma che alla lunga potrebbe risultare riduttiva. La convinzione e la maturità acquisita nel corso degli anni, unita a una spiccata sensibilità e un raffinato gusto per la melodia, ha fatto sì che il gruppo facesse proprie e poi rielaborasse le lezioni degli ultimi Iron Maiden (per le composizioni lunghe e articolate), dei Blind Guardian (richiamati nelle atmosfere medievali) e degli Helloween (per quell’approccio positivo e per le parti più sostenute).

Se i primi brani sono potenti, diretti e veloci, dopo la strumentale “Lunatishee” si susseguono canzoni dal ritmo più cadenzato e giocate sulla grande capacità interpretativa di Winnard e delle chitarre, come “Earthbound” o “The Undying Flame“. “Mên-An-Tol” è una strumentale intesa e accattivante nonostante i sei minuti di durata mentre la title track è il brano più immediato e lineare dell’intero lotto. La chiusura è affidata alla lunga suite “The Lore Of The Land” introdotta dall’intermezzo “Ellylldan“: una suite di oltre quattordici minuti  che racchiude la quintessenza dei Dark Forest, in grado di conquistarvi e tenervi incollati all’ascolto dalla prima all’ultima nota.

Beyond The Veil” è la perfetta sublimazione di un percorso artistico che condurrà i Dark Forest a raggiungere una platea di pubblico sempre più ampia. Le indubbie qualità individuali di concerto con personalità, convinzione e maturità confezionano uno disco che difficilmente passarà inosservato. Poco altro da aggiungere.

DarkForest-Beyond-The-Veil-Cover-Album-2016

Voto recensore
7,5
Etichetta: Cruz Del Sur Music

Anno: 2016

Tracklist: 01. On The Edge Of Twilight 02. Where The Arrow Falls 03. Autumn’s Crown 04. Blackthorn 05. Lunantishee 06. The Wild Hunt 07. Earthbound 08. The Undying Flame 09. Mên-An-Tol 10. Beyond The Veil 11. Ellylldan 12. The Lore Of The Land
Sito Web: https://www.facebook.com/Darkforestuk/

Pasquale Gennarelli

view all posts

"L'arte per amore dell'arte". La passione che brucia dentro il suo cuore ad animare la vita di questo fumetallaro. Come un moderno Ulisse è curioso e temerario, si muove tra le varie forme di comunicazione e non sfugge al confronto. Scrive di Metal, di Fumetto, di Arte, Cinema e Videogame. Ah, è inutile che la cerchiate, la Kryptonite non ha alcun effetto su di lui.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login