Header Unit

Damned Pilots – Recensione: One More Mission

Sgangherati, melodici, psichedelici. Stoner, grunge. Loro lo chiamano rock post apocalittico, e in effetti forse questa definizione meglio di altre aiuta ad immaginare il sound dei triestini Damned Pilots. Dopo una gavetta fatta di concerti ed EP, ecco questo primo full length (cinque i pezzi inediti accanto ai ripescaggi dalle release precedenti) che colpisce per i pezzi ruvidi, pesanti e diretti. Il cantato di Sg. Ote (ex 1ne Day) echeggia quello di Jonathan Davies, e forse a conti fatti sono proprio i Korn la band cui avvicinare in maggior misura il sound di “One More Mission”, che tradisce però un approccio spesso più scanzonato, figlio di una non nascosta passione per i Kiss.

L’opener “Evil” con la sua andatura cupa e gli squarci melodici è ben rappresentativa delle sonorità proposte dai Damned Pilots, il cantato di Sg. Ote a graffiare e scavare solchi. La sezione ritmica formata da Enrico Apostoli al basso e da Don Nutz – autore anche di tutte le musiche – con il suo drumming potente e sincopato è il perno su cui è costruita l’arrembante title track. Il pigro riff del chitarrista Willer Hz in “Just Another Day” echeggia curiosamente quello di “Scar Tissue” dei Red Hot Chili Peppers, ma è solo un attimo prima delle furiosa, claustrofobica, straordinaria rilettura di “Believe Me Now” degli ELO. Ancora, la diretta e ammiccante “Make My Day”, già scelta in passato come singolo, mette in mostra il lato più sfacciatamente pop della band, soltanto accennato nella più rabbiosa “My Word”. La più tranquilla e quasi sognante “Believin’ In” gioca molto sull’atmosfera, così come la soffocante ed apocalittica “Zeta Reticuli”, imperniata sui colpi di Don Nutz. La sgangherata “Vino Rosso” vede la collaborazione di Doc Heaten Scum dai The Mentors, presente pure nella conclusiva “The Priest And The Nun”.

L’album è prodotto dalla band assieme a Ron Goudie (Gwar, Poison, Social Distortion, Death Angel, T.S.O.L.) e in questi giorni è partito il tour negli States di supporto proprio ai Mentors, a dimostrazione del fatto che i Damned Pilots hanno già un certo riconoscimento, e soprattutto che ci credono. E dopo aver ascoltato “One More Mission”, ci crediamo anche noi!

Damned Pilots One More Mission

Voto recensore
7,5
Etichetta: Planet K Records

Anno: 2016

Tracklist: 01. Intro 02. Evil 03. One More Mission 04. Just Another Day 05. Believe Me Now 06. My Word 07. Sleeping In The Fire 08. Make My Day 09. Believin' In 10. Zeta Reticuli 11. Vino Rosso Feat Doc Heaten Scum From The Mentors 12. The Priest And The Nun Feat . Doc Heaten Scume From The Mentors
Sito Web: http://www.damnedpilots.com/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login