Crazy Lixx – Recensione: Sound Of The LIVE Minority

Per fare uscire il loro primo disco live, gli svedesi Crazy Lixx hanno scelto un buon momento. Il 2016 era iniziato con un nuovo video ufficiale e l’ingresso nella band di due nuovi chitarristi, una sostituzione importante tenuto con dello stile del quintetto, un hard rock / sleaze in cui gli assoli non saranno il massimo della perfezioni ma servono per incarnare a fondo lo stile portato avanti. “Sound Of The LIVE Minority“, registrato dal vivo al festival tedesco Bang Your Head, fotgrafa quindi una band che non è più la stessa per quanto riguarda la propria formazione e serve per creare una sorta di ponte metaforico tra quello che è stato e quella che si prospetta un futuro brillante per la band svedese.

Il live al festival tedesco è quindi una buona panoramica sulla storia della band, che si apre con due brani tra i migliori mai prodotti dai Crazy Lixx, cioè “Rock And A Hard Place” e “Lock Up Your Daughter“, sparate a raffica con grande intensità; nel corso del live si mettono in mostra quasi tutte le hit prodotte fin qui dai Crazy Lixx, come “Heroes Are Forever” nel finale, “Girls Of The 80s” e “Hell Raising Women“, tutti brani veloci che incarnano al meglio la personalità della band, ancorata per tipologia di brani (e anche per il look) all’hard rock anni ’80, che nel corso degli anni ha saputo diventare più radicata e personale. I brani sono eseguiti tutti in modo abbastanza fedele rispetto agli originali e non ci sono sorprese particolari per chi conosce già lo stile del gruppo. Peccato che non esista anche una controparte video, considerato che gli show dei Crazy Lixx sono contraddistinti da un grande dinamismo. La band per fortuna ha fatto più volte tappa in Italia, e si può quindi sperare con un certo margine di sicurezza che, nel momento in cui la formazione rinnovata metterà sul mercato un nuovo album in studio, ci sarà modo di ritrovare questi elementi cardine.

Crazy Lixx

Voto recensore
7
Etichetta: Frontiers Music Srl

Anno: 2016

Tracklist: 1. Intro

2. Rock and a Hard Place

3. Lock up your Daughter

4. Blame it on Love

5. Sound of the Loud Minority

6. Riot Avenue

7. Call to Action

8. Road to Babylon

9. My Medicine (R.O.C.K)

10. Hell Raising Women

11. Girls of the 80’s (+ intro for Heroes are Forever)

12. Heroes are Forever

13. Whiskey Tango Foxtrot

14. 21′ Til I Die
Sito Web: https://www.facebook.com/crazylixx/?fref=ts

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login