Megadeth – Recensione: Countdown To Extinction: Live

Dopo aver celebrato con un apposito live il loro capolavoro “Rust In Peace”, i Megadeth dedicano un nuovo album dal vivo ad un altro tassello fondamentale della loro carriera. Questa volta è il turno di “Countdown To Extinction”, disco che nel 2012 ha compiuto vent’anni. All’evento è stato dedicato un intero tour, ma la data prescelta per registrare il DVD è quella svoltasi in un modesto (per dimensioni) teatro di Los Angeles. Vediamo allora cos’hanno da offrirci MegaDave e soci.

Partiamo da alcune considerazioni generali. La scaletta si presenta senza dubbio come ottima per i fan del periodo “classico” dei Megadeth: all’intero “Countdown To Extinction” si sommano i capolavori “Hangar 18”, “Holy Wars…” e “Peace Sells” con l’ulteriore aggiunta di due estratti da “Cryptic Writings”; unico brano proveniente dalla produzione post anni ’90 è “Public Enemy No.1” da “Thrirteen”. Per quanto riguarda invece l’aspetto scenico, il palco è stato allestito in maniera sobria, ma efficace: tre maxi schermi, uno più grande dietro alla batteria e due ai suoi lati, proiettano video dalle immagini accattivanti, mentre il ricorso agli effetti speciali si limita all’utilizzo di un po’ di fumo e delle luci.

Passiamo però al contenuto più importante, la musica. Diciamo da subito che l’esecuzione dei nostri è impeccabile dall’inizio alla fine, ma risente di un difetto tutt’altro che trascurabile: tutti e quattro i componenti della band appaiono abbastanza freddi e statici, e lo spettacolo ne risente non poco. Un pezzo del calibro di “Hangar 18”, eseguito tra l’altro a inizio concerto, viene infatti smorzato e perde carica a causa di questa attitudine. Fortunatamente col proseguo dello show il gruppo si scalda e il buon Dave Mustaine, soprattutto in occasione degli assoli di chitarra delle canzoni di “Countdown”, si mostra più partecipe. Il risultato finale è quindi soddisfacente.

Il pubblico dal canto suo risponde molto bene. Pur non trattandosi di una folla oceanica, i presenti sono veri e propri fan dei Megadeth, più appassionati che mai: basta vedere il primo piano verso la fine del concerto, ripresa che ci mostra un giovane supporter in lacrime per essere riuscito ad accaparrarsi il polsino che MegaDave ha lanciato sull’audience al termine dell’esibizione.

Questo “Countdown To Extinction: Live” non sarà insomma il miglior live del gruppo, ma è sicuramente un’uscita pregevole che incontrerà il favore di numerosi metalheads. Il suo particolare intento celebrativo lo rende poi un’opera speciale. Un’occhiata ai vari estratti e trailer d’anteprima presenti in rete è comunque consigliata prima dell’acquisto.

Voto recensore
7
Etichetta: Tradecraft / Universal

Anno: 2013

Tracklist:

01. "Trust"
02. "Hangar 18"
03. "Public Enemy No. 1"
04. "Skin O' My Teeth"
05. "Symphony of Destruction"
06. "Architecture of Aggression"
07. "Foreclosure of a Dream"
08. "Sweating Bullets"
09. "This Was My Life"
10. "Countdown to Extinction"
11. "High Speed Dirt"
12. "Psychotron"
13. "Captive Honour"
14. "Ashes in Your Mouth"
15. "She-Wolf"
16. "Peace Sells"
17. "Holy Wars... The Punishment Due"


Sito Web: http://www.megadeth.com/

matteo.roversi

view all posts

Nerd e metallaro, mi piace la buona musica a 360 gradi e sono un giramondo per concerti (ma non solo per questi). Oltre al metal, le mie passioni sono il cinema e la letteratura fantasy e horror, i fumetti e i giochi di ruolo. Lavorerei anche nel marketing… ma questa è un’altra storia!

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login