Vintersorg – Recensione: Cosmic Genesis

Nuovo album per i Vintersorg che proseguono con ‘Cosmic Genesis’ il loro viaggio al confine del black metal. Di confine si può legittimamente parlare, visto che della frequentazione ‘nera’ nella band rimangono solo l’utilizzo sporadico delle screaming vocals e qualche accelerazione non troppo esasperata, mentre il centro delle composizioni è spostato verso paesaggi epici e ‘cosmici’ che guardano sia a melodie folk/medioevali che allo spazio siderale. I migliori episodi risultano quelli meno legati al passato ed aperti verso orchestrazioni evocative e di maggior respiro (‘Om Regnbagen Materialiserade Sig’ e ‘Ars Memorative’,ad esempio), durante i quali la band riesce ad alternare feeling malinconico e cori mestamente eroici. A ulteriore dimostrazione della volontà di ampliare i propri orizzonti, nella atmosferica title-track si presenta, anche se in maniera poco appariscente, addirittura un ritmo ‘elettronico’! Alcuni esperimenti non sono riusciti (‘Naturens Galleri’ è un’imbarazzante ‘scivolata power’, la cover di ‘Rainbow Demon’ degli Uriah Heep è da dimenticare in fretta), ma il disco contiene comunque molti momenti apprezzabili.

Voto recensore
6
Etichetta: Napalm / Audioglobe

Anno: 2000

Tracklist: Astral And Arcane
Algol
A Dialogue With The Stars
Cosmic Genesis
Om Regnbagen Materialiserade Sig
Ars Memorative
Rainbow Demon
Naturens Gallery
The Enigmatic Spirit

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login