Conception – Recensione: My Dark Symphony (EP)

Annunciata per anni ma mai realizzata la reunion dei Conception è ora realtà sotto forma di un EP, questo “My Dark Symphony”, ordinabile direttamente alla band.

Le esperienze che hanno tenuto separati i membri della band per vent’anni sono state diverse: tecnicamente eccelsa, quasi inarrivabile, quella degli Ark (una delle band più incredibili partorite dagli anni 2000), di grande successo commerciale con la loro rivisitazione della proposta power quella dei Kamelot e decisamente più estrema e di nicchia quella dei Crest Of Darkness. Dopo qualche ammiccamento ed un’amicizia evidentemente mai svanita questa volta, sia in studio che graficamente sono state fatte le cose in grande per una mezz’ora di musica davvero gradevole dove non neghiamo una certa emozione a risentire una delle band di culto degli anni ‘90 (a cui abbiamo in passato dedicato anche una retrospettiva).

“Grand Again” riparte dalle sonorità di “Flow” con voci filtrate e un riempitivo orchestrale ottimo per Tore Østby in grado di far sfogo al suo estro chitarristico; notevole anche la spinta ritmica di Arve Heimdal, l’unico membro della band di cui si erano perse le tracce che sublima il progressive metal dei norvegesi, sempre personale e innovativo.

In “Into The Wild” spicca Roy Khan con le sue doti interpretative e uno splendido assolo pieno di gusto mentre “Quite Alright” ha un approccio più scanzonato e vagamente alternative fino all’epica apertura del refrain.

Avremmo chiaramente preferito avere più materiale da analizzare ma un antipasto come “My Dark Symphony” può far ben sperare per il futuro (sono peraltro già state annunciate alcune partecipazioni a festival estivi).

Voto recensore
7,5
Etichetta: Conception Sound Factory

Anno: 2018

Tracklist: 01. re:conception 02. Grand Again 03. Into The Wild 04. Quite Alright 05. The Moment 06. My Dark Symphony
Sito Web: https://conceptionmusic.com/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login