Suidakra – Recensione: Command To Charge

Dopo la svolta dei Soilwork anche un altro gruppo estremo sembra voler rinnegare in gran parte la propria storia per approdare a nuovi lidi. I tedeschi Suidakra, autori con ‘Command To Charge’ del settimo lavoro in studio, compiono un’inaspettata svolta stilistica, lasciando l’epic folk black metal che li ha sempre contraddistinti per approdare ad un thrash moderno e catchy che farà infuriare tutti i vecchi fan della band (o quasi) e probabilmente non convertirà nessun nuovo adepto.

A partire dall’opener ‘Decibel Dance’ e per tutto l’arco del CD dobbiamo fronteggiare una serie di brani di plastica, amorfi e privi di slancio, volti solo alla bieca ricerca dell’allargamento della base dei fan. Probabilmente questa decisione porterà una svolta alla carriera dei Suidakra o contribuirà a distruggere la band, ma di certo fa molta tristezza ascoltare orribili track come ‘The Alliance’ (quasi nu-metal fatto coi piedi) o la monotona ‘Second Skin’.

Provocano poi molta malinconia i brani strumentali che mantengono l’atmosfera che tutti conoscono dei Suidakra (con tanto di cornamuse e cadenze folk), ossia ‘A Runic Rhyme’, ‘Gathered In Fear’ e ‘Dead Man’s Reel’, che sono poi gli unici momenti discreti di un flop clamoroso.

Da aggiungere al lotto la traccia nascosta, ossia una cover di ‘Moonlight Shadow’ di Mike Oldfield cantata con voce femminile e due video inseriti nella versione promo del CD che si spera compaiano anche nella versione ufficiale per regalare almeno qualche soddisfazione agli sfortunati che acquisteranno lo sfacelo intitolato ‘Command The Charge’.

Voto recensore
5
Etichetta: Armageddon / Audioglobe

Anno: 2005

Tracklist: 01. Decibel Dance
02. C14_Measured By Infinity
03. Haughs Of Cromdale
04. The Alliance
05. A Runic Rhyme
06. Second Skin
07. Reap The Storm
08. Gathered In Fear
09. A Strange Perfection
10. Dead Man's Reel (instrumental)
11. The End Beyond Me

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login