Coal Chamber – Recensione: Rivals

Dez Fafara accantona temporaneamente i Devildriver per riportare in auge la sua più storica e famosa band. I Coal Chamber, esponenti di primo piano del movimento nu-metal esploso nella seconda metà degli anni ’90, tornano infatti alla ribalta con un nuovo album dopo la bellezza di 12 anni dall’uscita del precedente “Giving The Devil His Due”, datato 2003. “Rivals” riprende il discorso esattamente dove lo si era lasciato, rappresentando quello che non si può certo definire un ritorno in pompa magna.

La carica, il groove, i riff corposi e moderni e le atmosfere a tratti industrial, tutti elementi tipici del passato del gruppo, sono ben presenti fin dalle tracce iniziali “I.O.U. Nothing”, “Bad Blood Between Us”, “Light In The Shadows” e “Suffer In Silence”. Il problema è che la situazione si fa presto monotona e i brani cominciano pericolosamente ad assomigliarsi e confondersi tra loro. Il fatto che la proposta qui espressa paia essersi imbarcata in una macchina del tempo nel 1997 o nel 1998 per teletrasportarsi direttamente a noi da quell’epoca non aiuta poi di certo. 14 tracce sono tra l’altro davvero troppe a queste condizioni e alcuni lampi di varietà, come la title track e “Wait”, che ricordano i Korn più sperimentali di “Life Is Peachy”, o l’instrumental tribale “Dumpster Dive”, non salvano di certo la situazione.

Rivals” farà forse la felicità dei più assidui nostalgici dell’epoca d’oro del nu-metal, a tutti gli altri risulterà decisamente indigesto. Il ritorno di una band che ha comunque avuto una certa rilevanza storica come i Coal Chamber è sicuramente una buona notizia, ma il loro comeback discografico è al momento deludente. Staremo a vedere se ai prossimi appuntamenti il gruppo sarà in grado di stupirci.

Voto recensore
5
Etichetta: Napalm Records

Anno: 2015

Tracklist:

01. I.O.U. Nothing
02. Bad Blood Between Us
03. Light In The Shadows
04. Suffer In Silence
05. The Bridges You Burn
06. Orion
07. Another Nail In The Coffin
08. Rivals
09. Wait
10. Dumpster Dive
11. Over My Head
12. Fade Away (Karma Never Forgets)
13. Empty Handed
14. Worst Enemy


Sito Web: http://www.coalchamberofficial.com

matteo.roversi

view all posts

Nerd e metallaro, mi piace la buona musica a 360 gradi e sono un giramondo per concerti (ma non solo per questi). Oltre al metal, le mie passioni sono il cinema e la letteratura fantasy e horror, i fumetti e i giochi di ruolo. Lavorerei anche nel marketing… ma questa è un’altra storia!

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login