Chris Cornell – Recensione: No One Sings Like You Anymore

No One Sings Like you Anymore” (nessuno canta più come te) è un titolo forte ed appropriato per descrivere questa uscita postuma a nome di Chris Cornell. A dicembre l’album è stato rilasciato a sorpresa dalla famiglia sulle varie piattaforme di streaming e tra pochi giorni sarà disponibile anche nei vari formati fisici. L’album contiene dieci cover interpretate e registrate nel 2016 assieme a Brendan O’Brien, dove Cornell rende omaggio con il suo stile inconfondibile ad artisti che lo hanno accompagnato nella sua crescita ed evoluzione musicale e personale. Alcune le abbiamo già ascoltate in passato, come “Nothing Compares 2 U”, scritta da Prince, ma più vicina nell’interpretazione alla versione di Sinead O’Connor, “Patience” dei Guns N’ Roses e anche “Stay With Me Baby” di Lorraine  Ellison, composizione utilizzata come soundtrack nella stupenda serie televisiva Vinyl.

 

In apertura troviamo una coinvolgente versione di “Get It While You Can” di Janis Joplin, a cui segue una scoppiettante “Jump Into The Fire” di Harry Nilsson, in cui la voce di Cornell gioca con un divertente eco dall’effetto ritardato e rende il pezzo molto dinamico, mentre in “Sad Sad City” dei Ghostland Observatory si infonde un attacco più rock alla struttura del brano dando maggiore enfasi al ritornello. Altre composizioni che colpiscono sono “Watching The Wheels” di john Lennon, singolo uscito postumo nel 1981 dopo il suo omicidio e che acquisisce quell’aura folk rock che emoziona, e la struggente versione di “You Don’t Know Nothing About Love” di Carl Hall.

Stupisce piacevolmente anche “Showdown” dell’Electric Light Orchestra, in cui l’originaria anima soul si fonde ad un insolito accompagnamento elettronico e non da meno la delicata ma allo stesso tempo intensa versione di “To Be Treates Rite” di Terry Reid. Ascoltare la voce di Chris Cornell procura sempre una fortissima emozione, sia quando canta i suoi pezzi o quando interpreta quelli altrui, come in questo caso. Questa raccolta di cover ne è la vera testimonianza, un primo lascito postumo di questo artista che ci ha abbandonato troppo presto, ma che rimarrà per sempre immortale nel cuore e nell’anima degli ascoltatori. Nothing compares to you, è proprio il caso di dirlo questa volta.

 

Etichetta: Universal Music

Anno: 2021

Tracklist: 01. Get It While You Can 02. Jump Into The Fire 03. Sad Sad City 04. Patience 05. Nothing Compares 2 U 06. Watching The Wheels 07. You don’t Know Nothing About Love 08. Showdown 09. To Be Treates Rite 10. Stay With Me Baby
Sito Web: https://chriscornell.com

eva.cociani

view all posts

Amo la musica a 360 gradi, non mi piace avere etichette addosso, le trovo limitanti e antiquate, prediligo lo street, il glam e anche il goth, ma non disdegno nulla basta che provochi emozioni. Ossessionata dalle serie tv, dalla fotografia, dai viaggi e dai live show mi identifico con il motto: “Live the life to the fullest”.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login