Cherry Stone – Recensione: Cherry Stone

I Cherry Stone sono un quintetto al debutto proveniente dalla nostra penisola: il loro omonimo esordio si muove su coordinate crossover/nu metal a due voci incorporando però al proprio interno una massiccia componente hip-hop (programmatica, a riguardo, la cover di ‘Insane In The Brain’ dei Cypress Hill, sicuro punto riferimento anche per quanto riguardo una delle due voci) e accenni di elettronica sparsi qua e là (‘Big Winter Cold’ e ‘Prepare For The Calling’).

Sulla carta funzionerebbe tutto bene e anzi alcuni episodi sono ben riusciti:certe aperture melodiche, come quella del singolo ‘Clone’ (non a caso in italiano, Linea 77 docet?), e di ‘Final Round’ vanno segno e, anzi forse avrebbero meritato un maggiore approfondimento, ma nel complesso sono pochi i brani che riescono a fare presa del tutto. A tutto questo poi bisogna aggiungere una sostanziale mancanza di originalità, che finisce per appiattire il tutto e far perdere interesse.

Nel complesso un esordio discreto, ma per emergere ci sono ancora molte cose da sistemare.

Voto recensore
5
Etichetta: Urban Solo/Self

Anno: 2005

Tracklist:

01.Intro

02.Movin'

03.Insane In The Brain

04.Clone

05.Big Winter Cold

06.Final Round

07.Natural Rebel

08.Prepare For The Calling

09.Building Something

10.Dway's Song

11.Here Comes The Rain

12.Funny How?

13.Outro


0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login