Header Unit

Charred Walls Of The Damned – Recensione: Creatures Watching Over The Dead

Ancora una volta nel corso di questa stagione ci troviamo a parlare di un supergruppo: in questo caso non una band appena nata, bensì una che torna dopo 5 anni di silenzio. Ci riferiamo ai Charred Walls Of The Damned, che insieme al batterista Richard Christy (famoso soprattutto per aver suonato su due capolavori marchiati Chuck Schuldiner come “The Sound Of Perseverance” dei Death e “The Fragile Art Of Existence” dei Control Denied) vedono la presenza di due monumenti quali Steve Di Giorgio e Tim “Ripper” Owens. In occasione delle nostre due precedenti recensioni vi parlavamo di un ensemble che si limitava a fare il proprio compitino, incurante delle enormi qualità dei propri membri, e anche in occasione del terzo disco “Creatures Watching Over The Dead” ci tocca ripeterci.

Il nuovo album dei nostri, sempre canonicamente orientato verso il classico heavy metal a stelle e strisce, istituzionalizzato ormai tanti anni or sono dagli Iced Earth, è di nuovo piacevole e allo stesso tempo non destinato a lasciare il segno. L’estro di Steve Di Giorgio e la personalità di Ripper Owerns vengono infatti tenuti a bada al servizio di un platter molto standardizzato e abbastanza insipido. Gli episodi pregevoli ci sono sempre: vedi “The Soulless”, canzone potente e dotata di un gran bel refrain, oppure l’emozionante “Living In The Shadow Of Yesterday” o l’iper-tecnica “Time Has Passed”. La qualità media generale in ogni caso non è elevatissima e parliamo pur sempre di un metal tradizionale e senza particolari guizzi.

Alla terza sufficienza risicata su tre album, considerati poi il prestigio e le carriere tutt’altro che decadenti dei musicisti coinvolti, ci si comincia allora a interrogare sul senso del progetto Charred Walls Of The Damned. Con un Di Giorgio ormai pienamente inserito nei Testament, quest’anno più in forma che mai, e un Owens che per il mondo del metal è come il prezzemolo e fa la sua bella figura ovunque vada, questo “Creatures Watching Over The Dead” appare davvero come un superfluo secondo (se non terzo) lavoro.

Charred Walls Of The Damned 2016 Artwork

Voto recensore
6
Etichetta: Metal Blade Records

Anno: 2016

Tracklist: 01. My Eyes 02. The Soulless 03. Afterlife 04. As I Catch My Breath 05. Lies 06. Reach Into The Light 07. Tear Me Down 08. Living In The Shadow Of Yesterday 09. Time Has Passed
Sito Web: https://www.facebook.com/charredwallsofthedamned/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login