Crystal Eyes – Recensione: Chained

I Crystal Eyes non mollano. La band svedese arriva al sesto disco, proponendo imperterrita il proprio heavy power metal ortodosso e privo di fronzoli, influenzato dai mostri sacri del genere. Nulla sembra essere cambiato dal 1999, data di uscita dell’esordio “World Of Black And Silver”: stessi riff di chitarra, stessi cori epici, stesso formato, in cui, da canzone a canzone, emergono ora gli Helloween dell’era Keeper, ora i Manowar, ora gli Accept. Ovviamente la parola d’ordine dei Crystal Eyes non è originalità, questo l’avrete capito, e, seppur i nostri ci diano dentro nei nove pezzi di questo “Chained”, il tutto è già stato suonato ed ascoltato un milione di volte. Il disco si divide equamente tra pezzi speed e mid tempo rocciosi, con le chitarre del leader Mikael Dahl a dettar legge e a spianare la strada per i refrain battaglieri e melodici, cantati a squarciagola dal pur bravo Nico Adamsen. L’opener “Ride The Rainbow” è la classica power song di scuola teutonica, seguita a ruota dall’epica “The Fire Of Hades”, in cui Joe De Maio e soci sono i principali ispiratori. Non manca nemmeno il lento acustico in chiusura del platter, “Guardian”, un plagio bello e buono di “Bard’s Song”, tanto per prendere spunto da un’altra band capofila. “Dying The Rain” funzionerà parecchio dal vivo, come tutte le song tritasassi di “Chained”, ma nel nostro stereo non potrà che essere una colonna sonora di sottofondo. I Crystal Eyes sono onesti musicisti con un grande gusto per la melodia, ma non possiedono il tocco magico dei grandi, che possono permettersi di riproporre costantemente nel corso degli anni il proprio marchio di fabbrica.

Voto recensore
5
Etichetta: Metal Heaven / Frontiers

Anno: 2008

Tracklist:

01. Ride The Rainbow

02. The Fire Of Hades

03. The Devil Inside

04. Waves Of War

05. Dying The Rain

06. Fighting

07. Shadow Rider

08. Lonely Ball Of Fate

09. Guardian


0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login