Bury Tomorrow – Recensione: Earthbound

Tornano i Bury Tomorrow, da Southampton, con il loro quarto album, “Earthbound”, su Nuclear Blast: I fratelli Daniel e Davyd Winter-Bates (rispettivamente alla voce “sporca” e al basso), accompagnati da Jason Cameron (voce pulita e chitarra ritmica), Kristan Dawson (chitarra solista) e Adam Jackson (batteria) si rituffano con questi 10 brani nel mondo del metalcore melodico, loro genere d’appartenenza.

Già con gli album precedenti si erano fatti notare e avevano ben impressionato la critica, in tempi non inflazionati da legioni di gruppi dediti a questo suono, quindi la domanda che i più interessati alle sorti del gruppo si staranno ponendo è se si sono evoluti oppure no.

Purtroppo la risposta è negativa: sia chiaro che tutti i 10 brani filano e son perfetti dal punto di vista compositivo e strumentale, ma c’è un po’ troppa uniformità di fondo che tende a far assomigliare i brani in maniera abbastanza pesante. Le due voci si intrecciano perfettamente e sono spesso accompagnate da chitarre suadenti, con la solista che intesse le proprie melodie in maniera eccellente, ma le strutture si attorcigliano su sé stesse e collassano in virtù di una ripetitività ben poco soddisfacente. In sintesi, le prerogative espresse negli album precedenti si sono un po’ impantanate e il gruppo tende a fare quello che sa fare bene ma senza evolversi e rischiando di perdersi.

Sembra quasi che i Bury Tomorrow abbiano trovato l’equazione perfetta per scrivere una canzone metalcore melodica e col tiro giusto, il breakdown killer, l’alternanza (invero un po’ inflazionata) fra pulito nel ritornello e voce sporca nella strofa e la applichino senza distinzioni.
Si riescono a distinguere piccole variazioni come nella molto melodica title-track, la più varia “Memories” e la più pesante “301”: quest’ultima (che vede Jamey Jasta degli Hatebreed come ospite), insieme a “Last Light” si candida a pezzo migliore di “Earthbound”, un’opera che ha la pecca di essere un po’ asettica, bella sì ma senz’anima.

Bury Tomorrow - Earthbound

Voto recensore
6,5
Etichetta: Nuclear Blast

Anno: 2016

Tracklist: 01. The Eternal 02. Last Light 03. Earthbound 04. The Burden 05. Cemetery 06. Restless & Cold 07. 301 08. Memories 09. For Us 10. Bloodline
Sito Web: http://www.burytomorrow.co/

Fabio Meschiari

view all posts

Musica e birra. Sempre. In spostamento perenne fra Asia e Italia, sempre ai concerti e con la birra in mano. Suonatore e suonato, sempre pronto per fare casino. Da Steven Wilson ai Carcass, dai Dream Theater ai Cradle of Filth, dai Cure ai Bad Religion. Il Meskio. Sono io.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login