Budderside – Recensione: Budderside

Seconda uscita per la neonata Motorhead Music, l’omonima release degli americani Budderside ha poco da spartire con le sonorità che potremmo aspettarci da un’etichetta di questo nome.

Fondati da Patrick Stone (Quiet Riot, Adler’s Appetite, Velvet Revolver) i Budderside sono un misto di rock alternativo, funky, ska, punk, il tutto condito in una scanzonata vena pop. La seconda “Ska Bra” potrebbe farci pensare ad una farsa ma nonostante questo la canzone funziona. Questo non si può dire del resto dell’album, la successive “X-girlfriend” o “My Religion” cercano nell’unione di varie influenze la formula del successo ma, purtroppo, risulta più come un calderone di idee mal sviluppate tra loro. Cercando semplicemente di scrivere una buona canzone i Budderside ci riportano agli anni ’90 con “Clear Blue Sky”, una ballad che sa un po’ di Goo Goo Dolls e risulta il brano più apprezzabile, peccato che la voce non abbia quella timbrica che lo valorizzi il giusto.

Il singolo “Pain”, pur non risultando sgradevole, si fa più apprezzare per le fanciulle presenti nel video che per la capacità di saper colpire. Giusto per non farci mancare nulla abbiamo anche alcuni tratti degli Smashing Pumpkins con del pop punk adolescenziale in “Open Relationship”.

Scostante, con qualche buona idea ma con un suono non ben definito i Budderside non riescono a convincere in questa prima prova. Un paio di brani piacevoli non riescono purtroppo a far conquistare a questa release la sufficienza.

budderside-budderside

Voto recensore
5
Etichetta: Motorhead Music/UDR

Anno: 2016

Tracklist: 1. Genocide 2. Ska Bra 3. Pain 4. X-Girlfriend 5. Clear Blue Sky 6. Open Relationship 7. My Religion 8. The Envelope 9. Let This One Breathe 10. Can’t Wrap My Head Around You
Sito Web: http://www.budderside.com

Roberto Banfi

view all posts

Punk n roller con ispirazioni gotiche e tracce persistenti di untrue heavy metal, tra Billy Holiday e gli Einsturzende Neubauten sono incappato casualmente negli Iron Maiden. Sogno una collaborazione tra Varg Vikernes e Paolo Brosio. Citazione preferita: ""Il mio dio è più forte"" (Conan il barbaro).

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login