Chthonic – Recensione: Bù-Tik

I Chthonic tornano a due anni di distanza dal convincente “Takasago Army” e propongono un nuovo album (il settimo in studio) ancora dedicato alla storia dell’isola di Taiwan, in particolare alle personalità che hanno guidato le numerose sacche di resistenza succedutesi storicamente durante i turbolenti rapporti tra l’isola e la Cina. Il canale espressivo è ancora una volta un black metal sinfonico che si avvale di risvolti di musica asiatica (fondamentale l’apporto dell’erhu, sorta di violino a due corde), ma in “Bù-Tik” notiamo come l’ensemble asiatico abbia sviluppato una vena orientata verso il melodic death, affinando la tecnica esecutiva e sfornando pezzi decisamente veloci ed aggressivi, a cui non manca tuttavia un alone epico (stiamo pur sempre parlando di eroi e leggende) e nemmeno il ricorso a refrain ariosi e di immediata assimilazione. La band sembra anche essersi “modernizzata” sotto certi aspetti, in forza proprio di questo sound tanto enfatico ed abrasivo, merito della produzione degli SweetSpot Studios, in Svezia. Cosa possiamo aspettarci dunque dai Chthonic? In definitiva poco di sensibilmente diverso da “Takasago Army”, eppure i taiwanesi dimostrano ancora di saper lavorare sulla forma-canzone con estrema pignoleria, garantendo, oltre alla buona tecnica esecutiva, un’estetica senza sbavature. Ne abbiamo un esempio in “Supreme Pain For The Tyrant”, episodio retto da una melodia portante davvero efficace, “Next Republic”, dal chorus mnemonico e irresistibile, “Between Silence And Death”, con un ottimo assolo finale e ancora il singolo “Defenders Of Bu-Tik Palace”, il pezzo più epico ed avvincente. I Chthonic digrignano i denti ma non scordano nemmeno la melodia di presa, regalandoci un platter ben fatto, un acquisto sicuro per gli extreme metallers di nuova generazione.

Voto recensore
7
Etichetta: Spinefarm / Universal

Anno: 2'13

Tracklist:

01.  Arising Armament (Intro)
02.  Supreme Pain For The Tyrant
03.  Sail Into The Sunset’s Fire
04.  Next Republic
05.  Rage Of My Sword
06.  Between Silence And Death
07.  Resurrection Pyre
08.  Set Fire To The Island
09.  Defenders Of Bu-tik Palace
10.  Undying Rearmament (Outro)


Sito Web: www.chthonic.org

andrea.sacchi

view all posts

Poser di professione, è in realtà un darkettone che nel tempo libero ascolta black metal, doom e gothic, i generi che recensisce su Metallus. Non essendo molto trve, adora ballare la new wave e andare al mare. Ha un debole per la piadina crudo e squacquerone, è rimasto fermo ai 16-bit e preferisce di gran lunga il vinile al digitale.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login