Brujeria – Recensione: Pocho Aztlan

Ci sono voluti la bellezza di 16 anni prima di poter ascoltare un nuovo album dei Brujeria, ma l’attesa è stata ampiamente ripagata. L’all-star band death/grind capitanata dai vulcanici Juan Brujo e Fantasma, recentemente approdata su Nuclear Blast, mette infatti a segno un bel colpo col suo ultimo attesissimo disco dal titolo “Pocho Aztlan”. Tale lavoro rappresenta senza dubbio una delle migliori uscite di quest’anno per quanto riguarda il genere in questione.

I testi dei brani cantati rigorosamente in spagnolo, a volte caustici e dissacranti, altre semplicemente divertenti, in ogni caso sempre arguti, costituiscono ancora una volta uno dei punti di forza del gruppo. Oltre ad apprezzare le sagaci critiche a Donald Trump e alla componente della società americana che la pensa come lui, le truci storie sui narcos e le spassose ipotesi su cosa accadrebbe se il Messico vincesse il mondiale di calcio, non trascuriamo comunque la qualità della musica. Quando alla chitarra e al basso si hanno a disposizione personaggi del calibro di Shane Embury e Jeff Walker, che in questa band si nascondono dietro gli pseudonimi di “El Hongo” e “El Cynico”, il risultato non può che essere eccellente. Il riffing sempre appassionante e la grande varietà di tempi e di atmosfere che caratterizzano tutti i pezzi aumentano così esponenzialmente il valore del platter. Dall’evocativa “Pocho Aztlan” alla coriacea “No Aceptan Imitaciones”, dalle martellanti “Angel De La Frontera” e “Plata O Plomo” per arrivare alla quasi punk e divertentissima “Mexico Campeon” il ritmo generale dell’opera non cala d’intensità nemmeno un attimo.

Le 13 canzoni che compongono “Pocho Aztlan” si possono quindi ascoltare tutte d’un fiato e a ripetizione, senza mai annoiare, rappresentando il miglior biglietto da visita con cui i Brujeria potevano ripresentarsi a noi dopo tanto tempo. Il risultato è un album tra il death metal e il grindcore che non può che essere considerato tra i migliori dell’attuale stagione. Non ci resta che augurarci che i personaggi coinvolti, nonostante i loro numerosi impegni, trovino il tempo per continuare a portare avanti questo fantastico progetto.

brujeria pochocd

Voto recensore
8
Etichetta: Nuclear Blast Entertainment

Anno: 2016

Tracklist: 01. Pocho Aztlan 02. No Aceptan Imitaciones 03. Profecia Del Anticristo 04. Angel De La Frontera 05. Plato O Plomo 06. Satongo 07. Isla De La Fantasia 08. Bruja- 09. Mexico Campeon 11. Codigos 10. Culpan La Mujer 12. Debilador 13. California Über Aztlan (DEAD KENNEDYS cover)
Sito Web: http://www.brujeria.com/

matteo.roversi

view all posts

Nerd e metallaro, mi piace la buona musica a 360 gradi e sono un giramondo per concerti (ma non solo per questi). Oltre al metal, le mie passioni sono il cinema e la letteratura fantasy e horror, i fumetti e i giochi di ruolo. Lavorerei anche nel marketing… ma questa è un’altra storia!

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login