Divine Heresy – Recensione: Bringer Of Plagues

Torna all’attacco Dino Cazares. Al comando della brigata chiamata Divine Heresy il nostro si presenta al pubblico con un nuovo lavoro all’insegna del metal estremo miscelato con le più "moderne" tendenze del metal-core e del nu-thrash più melodico. Il risultato non è assolutamente da buttare via, soprattutto per l’impatto delle ritmiche accompagnato alla perfezione dalle aperture melodiche. Il fatto che si resti decisamente in territorio (thrash) metal con la pulizia dei suoni e la tipologia dei riff aiuta non poco a tenere alta la tensione, mentre le tante aperture sui cori non suonano così scontate come altrove (davvero bravo il nuovo singer Travis Neal). Pur non mostrando punti di grande originalità i Divine Heresy si presentano come un crocevia stilistico in cui confluiscono idee musicali un po’ più variegate della norma. Tant’è che oltre ai prevedibili Fear Factory (band di provenienza di Cazares) e alla fonte di ispirazione ovvia rappresentata dai padrini del metal-core melodico Killswitch Engage, viene anche da fare qualche paragone con una realtà multicolore come quella rappresentata da Devin Townsend. La presenza del buon Devin si aggira non solo nella qualità di mente generante dei sempre più influenti Strapping Young Lad, ma anche nella sua veste di produttore (ad esempio dei Soilwork di "Natural Born Chaos"), al cui lavoro sembrano ispirate molte scelte fatte nella resa d’insieme. L’unico difetto ci pare riscontrabile è una certa ripetitività nella tipologia delle song incluse: troppe volte si sente il collaudato schema basato su martellamento ritmico pesante e improvvisi stop & go, squarciati immancabilmente da parti più ariose o rallentamenti monolitici. Il risultato è che "Bringer Of Plagues" piace se preso a piccole dosi, ma rischia di stancare se ascoltato per intero in una sola sessione. Se vi era gradito il debutto potete però andare sul sicuro, gli standard qualitativi sono rimasti più o meno quelli.

Voto recensore
7
Etichetta: AFM / Audioglobe

Anno: 2009

Tracklist: 01. Facebreaker 3:40
02. The Battle Of J. Casey 3:40
03. Undivine Prophecies (Intro) 1:05
04. Bringer Of Plagues 3:38
05. Redefine 3:44
06. Anarchaos 4:38
07. Monolithic Doomsday Devices 5:22
08. Letter To Mother 3:34
09. Enemy Kill 3:09
10. Darkness Embedded 4:32
11. The End Begins 4:58
Sito Web: http://www.myspace.com/divineheresyband

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login