Mc Queen – Recensione: Break The Silence

Chi l’ha detto che in Inghilterra sono tutti freddi e flemmatici? Il disco d’esordio delle inglesi Mc Queen, gruppo tutto al femminile attivo da circa tre anni, ha dentro di sé tutta una miscela di rabbia e di determinazione che ne fanno un prodotto altamente esplosivo; è uno di quei lavori da sentire a volume altissimo, magari mentre sei in macchina con una ragazza che ti si sta concedendo per un breve intermezzo in un posto appartato e vuoi darti della carica in più (la ragazza magari vorrebbe “Nighttime Birds” dei The Gathering, ma pazienza).

Già con i brani iniziali, ‘Neurotic’ e ‘Dirt’, è facile lasciarsi coinvolgere da una serie di riff strutturati in maniera semplice e accattivante, che però nascondono un senso di rabbia e di insoddisfazione più tipici del punk vecchio stile che del rock, e che vengono buttati a muso duro addosso all’ascoltatore senza troppo garbo. La brevità del disco incoraggia anche all’ascolto ripetuto, e comunque non è difficile individuare in poco tempo un brano che piace particolarmente; potrebbe essere la conclusiva ‘Don’t Know How To Break It To You’, brano in stile tipicamente punk, oppure ‘Not For Sale’, anch’essa rabbiosa e più diretta per quanto riguarda i testi, oppure qualcosa di più semplice ancora ed ispirata al rock and roll più puro e grezzo, come ‘Blinded’, piuttosto lenta come ritmo, molto basata sulla voce, con solo alcune distorsioni di chitarra a riempire una struttura che, pur basandosi sul niente, non stanca. Le possibilità di scelta, è facile capirlo, sono ampie. Niente da recriminare neanche per quanto riguarda l’aspetto della produzione, volutamente grezza per essere in accordo con il genere proposto dal quartetto, o per le caratteristiche tecniche, in quanto le musiciste compiono tutte un buon lavoro, e la voce ruvida di Leah Duors rimane in testa facilmente, per quanto possa essere rabbiosa.

“Break The Silence” è quindi un buon biglietto da visita per una band emergente, soprattutto in virtù del fatto che si ha a che fare con delle ragazze (anche se la loro musica non è estremizzata come quella delle famose Riot Grrls! di qualche anno fa), che devono farsi strada nel modo del rock, dove molto spesso le donne sono viste ai margini del palco, non sopra di esso nel ruolo delle protagoniste.

Voto recensore
7
Etichetta: Demolition Records/ Frontiers

Anno: 2007

Tracklist:

01. Neurotic

02. Dirt

03. Running Out Of Things To Say

04. Break The Silence

05. Numb

06. The Line Went Dead

07. Blinded

08. Bitch

09. Not For Sale

10. Don’t Know How To Break It To You


0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login