Blood Red Saints – Recensione: Speedway

Rock melodico e grintoso quello dei britannici Blood Red Saints, formatisi nel 2014 e che arrivano al debutto con “Speedway”. Non sono propriamente dei giovincelli, ma in questo caso l’elemento si traduce in una certa perizia compositiva e nella consapevolezza dei propri mezzi, che rendono l’album efficace e di qualità. Un lavoro che è impreziosito dai servigi di Harry Hess alle tastiere, e non è un caso visto che – seppur con le dovute proporzioni – le armonie vocali della band ricordano a più riprese quelle degli Harem Scarem. Quel che manca semmai è un alter ego di Pete Lesperance, e in effetti la proposta musicale ha quel trademark albionico che arriva dalla scuola dei Ten – anche qui non a caso, visto che l’axeman Lee Revill ha lavorato con Gary Hughes.

Com’è il risultato di questo ibrido? Decisamente interessante, soprattutto nelle atmosferiche “Mercy” e “Best Of Me”, utili più dell’opener ad entrare in un mondo contestualizzato nella tradizione melodic hard rock ma al tempo stesso personale e riconoscibile. Privilegiando i mid-tempo, i Blood Red Saints mantengono un buon ritmo e un vivo interessa per tutta la durata di un album estrememente godibile e colorato. Emoziona la vibrante power ballad “Love Set Me Up Again” e pure la più delicata “The Best Thing”, mentre “Better Days” richiama – pur irrobustite – le sonorità dei Foreigner. Notevole il lavoro di Revill alla chitarra, valore aggiunto per un lavoro che parte da basi solide e grazie al cesello della sei corde e ad una convincente prova del frontman Pete Godfrey guadagna notevolmente in spessore ed impatto.

“Speedway” cede un po’ nel finale, più leggero e meno efficace della prima parte, ma nel complesso è un lavoro più che godibile che si inserisce a pieno titolo nella migliore tradizione britannica del genere.

Voto recensore
7
Etichetta: Frontiers

Anno: 2015

Tracklist:

01. Kickin' Up Dust
02. Mercy
03. Best Of Me
04. Dangerous
05. Love Set Me Up Again
06. Better Days
07. The Best Thing
08. Unbreakable
09. Wrapped Up In These Arms
10. CGRNR
11. Feels A Lot Like Love
12. Faith


Sito Web: https://www.facebook.com/bloodredsaints/

giovanni.barbo

view all posts

Appassionato di cinema americano indipendente e narrativa americana postmoderna, tra un film dei fratelli Coen e un libro di D.F.Wallace ama perdersi nelle melodie zuccherose di AOR, pomp rock, WestCoast e dintorni. Con qualche gustosa divagazione.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login