Phenomena – Recensione: Blind Faith

Quattro anni sono passati dall’eccellente "Psychofantasy", quarto capitolo del progetto Phenomena di Tom Galley. A metà del cammino, purtroppo, il fratello Mel, già anche con Whitesnake e Trapeze, è stato portato via da un cancro all’esofago, lasciando un vuoto da un punto di vista emotivo e musicale apparentemente incolmabile. Tom ha deciso, però, di portare avanti il nome, e la qualità dei pezzi che compongono "Blind Faith" conferma la statura assoluta di un progetto che, pur cambiando ogni volta fisionomia, persegue una strada ed un obiettivo sempre coerenti.

Hard rock pieno di melodia, che non rinuncia però a puntate epiche come l’opener "The Sky Is Falling", maestosa ed oscura come se ci trovassimo ai margini di un’apocalisse. Un ritmo cadenzato che lascia spazio a quello incalzante di "Fighting", non a caso interpretata da Ralf Scheepers: in "Blind Faith", ancora una volta, Galley ha messo assieme un cast all star, utilizzato però in modo da dare naturale espressione a tutti i partecipanti, senza forzarne inclinazioni e traiettorie musicali. Il compito di amalgamare il tutto è affidato ad una band compatta, fondata per buona parte sui membri dei Salute di Mikael Erlandsson, e ad un utilizzo suggestivo ed intelligente delle tastiere: le atmosfere tenebrose su cui si staglia la voce di Tony Martin in "Liar" non ne sono che un esempio. Su tutti i cantanti coinvolti brillano Rob Moratti e Robin Beck, protagonisti anche dei due momenti in cui l’atmosfere si fa più ovattata, con risultati davvero da brividi. In particolare "I Was Gonna Tell You Tonight", fosse stato proposto dalle Heart a metà anni Ottanata, avrebbe fatto furori con la sua trascinante carica emotiva ed il suo irresistibile chorus.

Solo una lieve flessione nella seconda parte, alla fine, impedisce a "Blind Faith" di raggiungere livelli di assoluta eccellenza. Detto ciò, la conclusiva "One More Chance" ribadisce che ci troviamo di fronte ad un’uscita imprescindibile per gli amanti dell’hard rock melodico, roccioso, classico e al tempo stesso pieno di passione ed idee.

Voto recensore
8
Etichetta: Escape / Frontiers

Anno: 2010

Tracklist: 01. The Sky Is Falling (Mike DeMeo & Stefan Lindholm)
02. Blind Faith (Rob Moratti & Ian Crichton)
03. Fighting (Ralf Scheepers & Mat Sinner)
04. Liar (Tony Martin & Stefan Lindholm)
05. I Was Gonna Tell You Tonight (Robin Beck)
06. Angels Don’t Cry (Mikael Erlandsson)
07. If You Love Her (Chris Ousey & Tommy Denander)
08. House Of Love (Rob Moratti)
09. Don’t Ever Give Your Heart Away (Steve Overland)
10. One More Chance (Terry Brock & Steve Newman)

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login