Black Mirrors – Recensione: Funky Queen

Non ci sono solo birra e waffles in Belgio o la storica faida tra Fiandre e Vallonia. C’è molto di più, perché il piccolo regno incastrato tra Francia ed Olanda regala anche piccole perle di musica e passione.

I Black Mirrors con il loro EP d’esordio colpiscono nel segno, e si fanno apprezzare pur non inventando niente di innovativo. Suoni rotondi, caldi e grassi. Groove scolpito nei riff di una chitarra che sembra provenire direttamente dei seventies. E poi una voce avvolgente, potente e dannatamente sexy. Marcella Di Troia, velatamente paisà, arringa gli ascoltatori con grinta e carattere.

Un po’ Queens Of The Stone Age, spruzzate di rock alternativo made in Usa ed ispirazioni europee a nome Anouk (chi si ricorda la meteora olandese di Nobodys Wife?) per 4 canzoni che lasciano intuire un buon potenziale. Molto molto bene la title track “Funky Queen”, seguita a ruota da una versione incandescente di “Kick Out The Jams” (Mc5. Conoscente?).

Molto valido anche l’hard-blues di “The Mess”, con una chitarra (suonata con profitto da Pierre Lateur) a sgranare riff di grande impatto. Chiude l’ipnotica “Canard Vengeur Masqué”.  Validissimo antipasto in vista di un debutto su lunga distanza che speriamo sia altrettanto valido.

Pochi minuti ma grandi prospettive di crescita. Il debutto dei Black Mirrors è sicuramente positivo. Ascoltateli senza timore.

 

Voto recensore
7
Etichetta: Napalm Records

Anno: 2017

Tracklist: 01. Funky Queen 02. Kick Out The Jams (MC5 cover) 03. The Mess 04. Canard Vengeur Masqué
Sito Web: http://www.blackmirrorsmusic.com/

Saverio Spadavecchia

view all posts

Capellone pentito (dicono tutti così) e giornalista in perenne bilico tra bilanci dissestati, musicisti megalomani e ruck da pulire con una certa urgenza. Nei ritagli di tempo “untore” black-metal @ Radio Sverso. Fanatico del 3-4-3 e vincitore di 27 Champions League con la Maceratese, Dovahkiin certificato e temibile pirata insieme a Guybrush Threepwood. Lode e gloria all’Ipnorospo.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login