Black Mama – Recensione: Where The Wild Things Run

Per i loro 10 anni di attività la southern – hard blues band veronese Black Mama fa uscire questo suo secondo lavoro, a seguito del debutto datato 2013, rispetto al quale il gruppo è ridotto a trio, con le parti di chitarra eseguite solo da Nicolò Carozzi, che come in precedenza si occupa anche della voce.

Ed è con un riff di puro rock sudista che “Feelin’ Allright” apre il cd, brano dal timing trascinante e calorose parti soliste. L’atmosfera cambia con la title track, brano più soul, con qualche reminiscenza del primo Santana, che è indicativo dell’attitudine della band ad abbandonarsi a jam anche in studio, mentre la torrida “Tell My Mama” guarda alla maggior essenzialità degli ZZ Top, come d’altronde “Come On, Come On, Come On”, con un secco riff portante e un ritornello che resta stampato in mente. “Hands Full Of Nothing But The Blues” che inizia con uno slow blues per evolversi in soluzioni ritmiche (splendidamente svolte dal bassista Paolo Stellini e il batterista Andrea Marchioretti) e sviluppi sonori dall’intenzione molto vicina agli Allman Brothers, con un bellissimo intreccio fra i tre strumentisti, perfettamente amalgamati anche nei momenti di maggior libertà esecutiva. Si prosegue col serrato incedere hendrixiano di “I Got A Woman”, per proseguire col funk rock di “Red Dressed Devil”. “Shining Rust” è un rock’n’roll diretto e divertente, e la conclusiva “Icarus” consiste in un brano con umori southern e roots che potrebbe essere una perfetta colonna sonora durante la lettura della trilogia della frontiera di Cormac McCarthy.

Si tratta in definitiva di un disco splendido, di grande crescita e maturità per la band, con la bella voce calda di Carozzi e il suo eccellente chitarrismo che si si sposano alla perfezione con l’irresistibile generatore di groove di Stellini e Marchioretti e la naturale propensione alla jam che si evidenzia spesso nell’ascolto di questo cd. Una nota di merito alla bellissima prodizione di Fabio Serra, dai suoni credibili e curati, pur non perdendo mai una dimensione spontanea e live.

Se mai ci fosse il bisogno di ribadirlo, un’altra grande prova che anche nel nostro paese è possibile fare questo genere musicale a livelli internazionali.

 

Etichetta: Andromeda Relix

Anno: 2019

Tracklist: 01. Feelin’ Allright 02. Where The Wild Things Run 03.Tell My Mama 04. Come On, Come On, Come On 05. Hands Full of Nothing but The Blues 06. I Got A Woman 07 Red Dressed Devil 08. Shining Rust 09. Icarus
Sito Web: https://www.facebook.com/blackmamablues/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login