Black Majesty – Recensione: Cross Of Thorns

I Black Majesty, seppur usciti sul mercato durante l’esplosione del power metal, non sono mai riusciti a fare il botto. Sarà per una proposta fin troppo derivativa, sarà per un cantante, Joe Cavaliere, che non possiede l’appeal di un Kotipelto, ma nemmeno di un Andi Deris, tant’è che i nostri sono rimasti nelle retrovie, cambiando label spesso e volentieri. “Cross Of Thorns” è il sesto disco in carriera per la band australiana, un lavoro destinato a fare la fine dei suoi predecessori, ovvero ignorato dai più e stroncato dalla critica più esigente.

Effettivamente i Black Majesty non possiedono la personalità che ci si aspetterenne da una band navigata, lo si evince dall’opener “Phoenix”, tutt’altro che travolgente, ma anche dall’uniformità di un platter davvero scontato. “Cross Of Thorns” è composto da brani spediti, in cui si cerca spesso e volentieri la melodia semplice e la soluzione ritmica più scontata, per arrivare diretti all’ascoltatore. Ma, purtroppo, brani come la cavalcata “Make Believe” o la ballad soporifera “Crossroads”, non hanno possibilità alcuna di entrare nei cuori dei defender più sgamati e dotati di un orecchio allenato a queste sonorità.

Attorno ai Black Majesty, nel corso del tempo, si sarà sicuramente formato, soprattutto in patria, uno zoccolo duro di fan, che apprezzeranno “Cross Ot Thorns”. Tutti gli amanti del power possono sicuramente puntare su prodotti di maggiore qualità, gettandosi ad occhi chiusi, tanto per fare due nomi, sul nuovo Helloween o su Cain’s Offering, cd di ben altro spessore.

Voto recensore
5,5
Etichetta: Pride & Joy Music

Anno: 2015

Tracklist:

01.Phoenix
02.Anneliese
03.Vlad the impaler
04.Crossroads
05.Out in the fields
06.Misery
07.Make believe
08.One life
09.Emptiness ideal
10.Escape


Sito Web: http://www.blackmajesty.com

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login