Header Unit

Prime Sth – Recensione: Beautiful Awakening

Che disco ruffiano questo ‘Beautiful Awakening’… Modern rock di quello fatto per scalare le classifiche, a base di ritornelli melodici e di facile presa associati ad un dose di energia sufficiente ad attirare l’interesse anche di chi solitamente passa il proprio tempo ad ascoltare cose un po’ più movimentate. Insomma, un disco fatto per piacere a tutti o quasi. Detto questo, che male c’è in tutto ciò? Assolutamente nulla se il risultato è quello raggiunto dai Prime STH, arrivati con ‘Beautiful Awakening’ al secondo capitolo della loro carriera. Non è un album che lascerà il segno nel mondo della musica e non andrà nemmeno a rivoluzionare un genere che vive su standard abbastanza definiti, ma le canzoni godono di una qualità rara nel marasma delle decine di uscite che sommergono il mercato ogni anno e questo potrebbe essere già abbastanza. Aggiungiamo poi che questi quattro ragazzi svedesi (si, sorpresa, non sono americani… chi l’avrebbe detto senza leggere la loro biografia?) hanno messo assieme undici tracce in cui non ci sono evidenti cadute di tono e che, anche se non siamo di certo davanti ad un album di soli hit, tengono sempre alto l’interesse di chi si mette all’ascolto dell’album. Una menzione particolare va al cantante Noa, dotato di una discreta personalità e che ben riesce a distinguersi da altre voci spesso troppo simili tra loro. Forse nel complesso i Prime STH non svetteranno mai in quanto a doti tecniche o compositive, ma la loro abilità nel creare melodie di forte impatto e di facile presa è sufficiente ad associare il concetto di “buona musica” al loro nome. Massimo risultato, col minimo sforzo… e scusate se è poco. Se voleste dargli un’ascoltatina preventiva allora sarebbe d’obbligo rivolgersi al duo ‘Pieces’ e ‘Fishbowl’, senza dimenticare canzoni del calibro di ‘She’s in Hollywood’, dal refrain davvero azzeccato, e la title track ‘Beautiful Awakening’. Un must per gli appassionati del genere e un disco da tenere in considerazione per tutti, i Prime STH potrebbero stupirvi ancora prima che abbiate imparato come si scrive il loro nome…

Voto recensore
8
Etichetta: Nuclear Blast / Audioglobe

Anno: 2004

Tracklist: 1. This Time
2. She's In Hollywood
3. Pieces
4. Flame
5. Part Of Me
6. Beautiful Awakening
7. Fishbowl
8. All Of Us
9. Silver Soul
10. Hit The Ground
11. Please

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login